Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lavoro: Sacconi, da Governo Monti servono nuove misure

colonna Sinistra
Giovedì 7 febbraio 2013 - 16:47

Lavoro: Sacconi, da Governo Monti servono nuove misure

(ASCA) – Treviso, 7 feb – ”Il governo Monti ha unasignificativa parte di responsabilita’ nelle tensioni cheinvestono il mercato del lavoro nel Veneto”. Lo afferma l’exministro del lavoro, Maurizio Sacconi, commentando quantoaccade alla Benetton e alla Electrolux, coinvolte incentinaia di esuberi (445 nell’azienda tessile, 1128 inquella degli elettrodomestici). ”Da un lato si e’determinato il blocco dei pagamenti delle Casse integrazionidel 2012 per una insufficiente capacita’ di controllo degliimpegni assunti da qualche Regione del sud, che non puo’scaricarsi sulle Regioni piu’ virtuose e soprattutto suilavoratori che attendono questa pur minima integrazione delreddito – spiega Sacconi -. Dall’altra parte si e’ irrigiditol’uso del buono prepagato al punto tale da renderne moltopiu’ complicato l’impiego in agricoltura e nelle famiglie,con la conseguente sommersione di molti spezzoni lavorativi.

E ancora, le rigidita’ introdotte nei contratti a termine,nelle collaborazioni, nelle partite Iva, nel lavorointermittente hanno analogamente determinato la contrazionedei lavori regolari”.

A tutto cio’ si aggiungono, secondo Sacconi, le criticita’manifestatesi in molte aziende, come quelle del gruppoZanussi Electrolux, ove sara’ necessario favorire inteseaffinche’ contingenti depressioni del mercato non sitraducano in strutturali riduzione dei posti di lavoro.

”In ogni modo le misure piu’ urgenti dovranno consisterenella dotazione di adeguate risorse per gli ammortizzatorisociali, nella cancellazione della legge Fornero, nelladetassazione dei contratti di apprendistato e dei primicontratti permanenti dei giovani”, conclude Sacconi.

red-fdm/cam

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su