Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Carceri: detenuti San Vittore a Napolitano, il sistema e’ al collasso

colonna Sinistra
Mercoledì 6 febbraio 2013 - 14:42

Carceri: detenuti San Vittore a Napolitano, il sistema e’ al collasso

(ASCA) – Milano, 6 feb – ”Il sistema e’ al collasso”. Cosi’i detenuti di San Vittore che hanno preso la parola questamattina durante la visita di Giorgio Napolitano all’internodel carcere milanese hanno illustrato al presidente dellaRepubblica la situazione dei penitenziari italiani.

In una sala allestita nella casa circondariale perospitare la cerimonia in onore del capo dello Stato sonointervenuti due detenuti. La prima a prendere la parola e’stata una donna, Marie Helene Ponge. ”Qui a San Vittore – haraccontato – ci sono 140 donne, la maggior parte dell’EstEuropa, ma anche del Sud America e dei Paesi del Maghreb”.

Per la detenuta, le politiche carcerarie devono tendere allarieducazione: ”E’ l’elemento che ci permette di dare unsenso al nostro percorso di cambiamento”. Poi un resocontosull’attivita’ della cooperativa Alice, operativa all’internodi San Vittore nella produzione e commercializzazione diabiti fatti a mano. Poi e’ toccato al detenuto Francesco Fusano entrare neldettaglio dell’emergenza carceri. ”E’ una questione diprepotente urgenza sul piano costituzionale e civile”.

Occorre dunque una svolta: ”Almeno 20 mila carcerati su untotale di 60 mila – ha detto ancora il detenuto a Napolitano- potrebbero beneficiare di misure alternative allacarcerazione. Rinviare non e’ piu’ possibile”.

Napolitano ha ricevuto in dono alcuni omaggi, frutto dellavoro dei detenuti con la cooperativa Alice: due sciarpe(una per la signora Clio), un quadretto e un setpersonalizzato da scrivania.

fcz/sam/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su