Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Sanita’: Palagiano (Riv.Civ.), 20% italiani over65 ma SSN non si adegua

colonna Sinistra
Martedì 5 febbraio 2013 - 19:15

Sanita’: Palagiano (Riv.Civ.), 20% italiani over65 ma SSN non si adegua

(ASCA) – Roma, 5 feb – ”L’Italia e’ un Paese che non riescea garantire a tutti i cittadini pari accesso alle cure e che,in prospettiva, sembra sempre piu’ in difficolta’nell’adempimento di tale compito. A destare preoccupazionesono, ad esempio, gli scarsi investimenti in cura dellemalattie croniche a fronte di un progressivo e marcatoaumento delle aspettative di vita. Secondo quanto emerge dalCountry Report Italia 2013, il 20% degli italiani ha piu’ di65 anni, praticamente una persona ogni 5 residenti. Ma, se losviluppo della medicina ha allungato la vita dei malaticronici, cio’ tuttavia non si traduce in un miglioramento delloro stato di salute”. Lo dichiara Antonio Palagiano,Presidente della Commissione d’inchiesta errori sanitari eresponsabile sanita’ Idv, candidato nella lista RivoluzioneCivile, commentando il Country Report Italia 2013, ildocumento di studio e analisi dello stato di salute degliitaliani prodotto dall’Associazione di iniziativaParlamentare e legislativa per la salute e la prevenzione.

”Secondo i dati ISTAT 2011 – prosegue Palagiano – ben il28,9% della popolazione, ovvero oltre 17 milioni di persone,e’ affetto da una malattia cronica, spesso connessaall’invecchiamento, come diabete, ipertensione, osteoporosi,artrosi-artrite, malattie del cuore, disturbi nervosi. Afronte di questa realta’, e’ preoccupante che, sebbene ilPiano Sanitario Nazionale 2011-2013 registri i relativicambiamenti della domanda di salute, la situazione attualesembra lontana, anche in prospettiva, dal garantire risposteadeguate. Attualmente, infatti, come abbiamo denunciato nellarelazione conclusiva dell’attivita’ di indagine dellaCommissione da me presieduta, le risorse destinateall’assistenza a lungo termine sono inferiori all’1% del PIL,e nel 2030 non supereranno comunque l’1%”. ”Appare evidente, quindi, la necessita’ di una svoltaconcreta nella sanita’ italiana, una svolta che devesignificare un’inversione di rotta rispetto alla direzione incui oggi sta andando il nostro SSN. Adeguarlo alla realta’della popolazione italiana – conclude Palagiano – eriorganizzarlo in base a queste esigenze, mantenendo in piediil necessario equilibrio tra diritto all’assistenza sanitariae bilanci delle regioni, sara’, quindi, uno dei nostri primiobiettivi in questo campo”.

com/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su