Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Ambiente: Borletti Buitoni(Lista Monti), serve rivoluzione culturale

colonna Sinistra
Sabato 2 febbraio 2013 - 15:17

Ambiente: Borletti Buitoni(Lista Monti), serve rivoluzione culturale

+++Misure urgenti per il rilancio del turismo, mano dura suabusivismo e fiscalita’ di vantaggio per il cinemaitaliano+++.

(ASCA) – Roma, 2 feb – Nuove regole per la tutela delpaesaggio e del territorio, piu’ risorse per la conservazionee valorizzazione dei beni culturali e naturalistici,incentivi per le attivita’ culturali. Sono queste le linee guida tracciate per il settore dellacultura e del turismo in Italia sul portale di ”ItaliaFutura” da Ilaria Borletti Buitoni capolista di ”SceltaCivica con Monti per l’Italia” nella CircoscrizioneLombardia 1 per la Camera dei Deputati. Le misure urgentiindividuate dalla ex Presidente del FAI riguardano treambiti.

Per tutelare il paesaggio e il territorio, secondo laBorletti Buitoni, serve delegare al Ministero per i BeniCulturali la redazione di un ”modello di pianopaesaggistico’ reistituendo e dotando di fondi la DirezioneGenerale per il Paesaggio: l’inasprimento delle misure control’abusivismo; uniformare i tempi dati all’Amministrazione BACper esaminare i progetti degli interventi proposti emantenerne l’efficacia vincolante delle pronunce; formulareuna strategia nazionale da condividere con le associazioniambientaliste contro il dissesto idrogeologico; infineriprendere il DDL voluto dal Ministro Mario Catania e gia’condiviso con la Conferenza delle Regioni in materia divalorizzazione delle aree agricole e di contenimento delconsumo di suolo agricolo, decaduto con la fine del GovernoMonti.

Per conservare e valorizzare i beni culturali enaturalistici la Borletti Buitoni chiede ”finanziamentiimmediati”, facendo tornare al Mibac gli intoriti dei museie siti archeologici; valorizzando il terzo settore; elevandoi limiti di deducibilita’ per le donazioni; stabilizzando il5 per mille; riducendo l’IVA per le attivita’ istituzionalidel Ministero, di Fondazioni, Enti, Associazioni e privatiche operano per il patrimonio culturale e per il settoredello spettacolo. Infine le attivita’ culturali dove serve estenderel’introduzione del credito d’imposta per gli investimentinella produzione cinematografica la fiscalita’ di vantaggio;una nuova legge per il diritto d’autore; una riforma dellaSIAE, una legge quadro sullo spettacolo dal vivo che prevedauna maggiore partecipazione delle Regioni e degli Enti Localialle realta’ del territorio.

com-min

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su