Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Elezioni: Ingroia-Orlando, in atto scissione Sel. Vendola usa ‘taxi’ Pd

colonna Sinistra
Venerdì 1 febbraio 2013 - 13:15

Elezioni: Ingroia-Orlando, in atto scissione Sel. Vendola usa ‘taxi’ Pd

(ASCA) – Roma, 1 feb – E’ Leoluca Orlando a presentare laconferenza stampa di Rivoluzione civile nella Sala stampa diMontecitorio: ”Noi abbiamo sperato che la crisi dei partitinon terminasse con la morte della politica. Qui sta il sensopiu’ di fondo di Rivoluzione civile. Noi facciamo inoltre unastraordinaria operazione unitaria mettendo insieme forzediverse contro il berlusconismo e il montismo”. Fatta questapremessa, il sindaco di Palermo punta l’indice verso leincoerenze di Nichi Vendola: il mancato appoggio di Sel allacandidatura dello stesso Orlando a Palermo e a quella diLuigi de Magistris a Napoli, ”sono rimasti abbarbicati alleposizioni del Pd”. Poi, aggiunge, ”c’e’ stata pure laleggerenza di Claudio Fava che ha compromesso un progettocomune alla Regione” (la candidatura di Fava a capolista diSel non fu possibile per documenti non presentati nei tempiprevisti). Dopo Orlando prendono la parola alcuni dissidenti di Selche si sono avvicinati a Rivoluzione civile: FrancescoCautafia e Saverio Cipriano che vengono da Palermo, RosarioCostaro arrivato dalla Sardegna. Tutti segnalano laburocratizzazione e l’incoerenza politica di Sel nei loroterritori. Annunciano che a loro parere il malessere nelpartito di Vendola ”e’ molto diffuso perche’ del progettoiniziale non e’ rimasto nulla”. In sala stampa viene diffusauna nota scritta di Alfonso Gianni, ex deputato del Prc,presente in sala stampa, stretto collaboratore di FaustoBertinotti, che prende le distanze da Sel segnalandone laparabola di avvicinamento al Pd.

Ancora piu’ netto il giudizio critico di Antonio Ingroia:”Sono davvero contento ed emozionato. Si dimostra cheRivoluzione civile e’ casa aperta, coerente, pulita,trasparente. E preciso che noi non facciamo campagnaacquisti. Come diceva Cervantes, l’onesta e’ la migliorepolitica. Per noi, onesta’ vuol dire pure onesta’intellettuale. Sono gli altri a essere incoerenti. Io sonostato magistrato coerente e ora sono politico coerente”.

L’ex magistrato per la prima volta attacca direttamente illeader di Sel: ”Vendola e’ entrato in una coalizione chepunta al governo con Monti. Non puo’ liberarsi da questacontraddizione. Doveva affrontare come noi il rischio dientrare in Parlamento in autonomia. Noi non usiamo altrecoalizioni come taxi per entrare in Parlamento. Rivoluzionecivile vuole evitare che Vendola cada nelle mani di Monti”.

In chiusura, Orlando ricorda la telefonata ricevutaqualche settimana fa di prima mattina da Dario Franceschini,capogruppo Pd alla Camera, che gli chiedeva di verificare lepossibilita’ di una desistenza al Senato. ”Sono loro ad averrifiutato i nostri appelli all’unita”’, conclude il sindacodi Palermo.

Dice Carmine Fotia, direttore del quotidiano ”Ilromanista”, candidato alle regionali del Lazio, per la listaIngroia: ”Ricordatevi che la prima scissione, a nome del Pd,l’ha fatta Massimo Donadi rompendo l’Idv”. gar/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su