Header Top
Logo
Lunedì 24 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Ue: Spacca nominato alla guida Intergruppo adriatico-ionico CdR

colonna Sinistra
Giovedì 31 gennaio 2013 - 13:35

Ue: Spacca nominato alla guida Intergruppo adriatico-ionico CdR

(ASCA) – Ancona, 31 gen – Il presidente della Regione Marche,Gian Mario Spacca e’ stato eletto all’unanimita’ presidentedell’Intergruppo Adriatico-Ionico del Comitato delle Regionid’Europa. Un organismo, nato a Bruxelles, composto dai gruppipolitici presenti nel Parlamento europeo, che assume rilievoalla luce dell’avvicinarsi del 2014, quando l’Europaufficializzera’ la nascita della Macroregioneadriatico-ionica. Stamani, sottolinea una nota della RegioneMarche, si e’ svolta a Bruxelles la riunione costitutiva.

Vicepresidente dell’organismo, il greco Apostolos Katsifaras(gruppo Pse). ”Il Comitato delle Regioni – ha detto Spacca -ha accolto la nostra richiesta di creare un luogo diconfronto tra tutte le Regioni e le istituzioni dell’area,riconoscendo il particolare momento che tutti i territori chesi affacciano sui due mari stanno vivendo. Il Consiglio dellaUE ha dato mandato alla Commissione Europea di redigere ilpiano di azione per la Macroregione Adriatico-Ionica entro il2014, l’anno di presidenza della Grecia e dell’Italia. Ilpercorso verso la concretizzazione di questo obiettivo vaaccompagnato con il coinvolgimento e la partecipazione attivadelle autorita’ regionali e locali, accanto agli Statimembri. Un’azione corale, dunque, a supporto dellaCommissione Europea nella predisposizione del piano diazione. Solo cosi’ la strategia potra’ focalizzarsi sin dasubito su priorita’ fondamentali concertate e ampiamentecondivise, grazie ad un’azione di governance multilivello”.

Tra le attivita’ che svolgera’ l’Intergruppo, un lavoro di”equipe” con gli altri intergruppi gia’ esistenti, quelloper la regione Baltica e quello per la regione Danubiana.

”Un lavoro utile – ha sottolineato Spacca – per recepire leesperienze delle altre due strategie macroregionali europee eper valutare azioni comuni nell’ambito dei collegamenti e deitrasporti, a partire dai corridoi Baltico-Adriatico previstida Europe Connecting Facility”. pg/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su