Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Ue: Brunetta (Pdl), Monti fedele esecutore delle politiche di Merkel

colonna Sinistra
Giovedì 31 gennaio 2013 - 16:13

Ue: Brunetta (Pdl), Monti fedele esecutore delle politiche di Merkel

(ASCA) – Roma, 31 gen – ”Assolutamente comprensibilel’endorsement di Angela Merkel al senatore a vita MarioMonti, che nei suoi 14 mesi di governo e’ stato il perfettoesecutore della politica economica sbagliata della Germania,che non ha salvato ne’ l’Italia ne’ l’euro, ma certamente hafatto guadagnare i tedeschi”. Lo dichiara in una nota RenatoBrunetta. ”Negli anni di questa crisi – prosegue l’exministro – la Germania ha conseguito un doppio vantaggio. 1)In termini di tassi di interesse sui titoli del debitosovrano, che si sono piu’ che dimezzati rispetto a maggio2011 (passando dal 3% all’1%), a scapito degli altri paesidell’eurozona. Con le inevitabili ricadute sui tassi ai qualipossono finanziarsi le imprese tedesche, piu’ bassi rispettoai tassi di finanziamento offerti alle imprese degli altriStati europei.

2) In termini di bilancia commerciale, vale a dire ladifferenza fra le esportazioni e le importazioni, con leprime che sono aumentate, in Germania negli anni della crisi,grazie a un ”euro tedesco” di fatto sottovalutato. Alcontrario di quanto avvenuto, invece, nei Paesi consideratipiu’ deboli, che con la moneta unica sopravvalutata rispettoai propri fondamentali, non riescono ad esportare e astimolare la crescita”.

Conclude l’ex ministro del Pdl: ”Il doppio guadagnoconseguito dai tedeschi si e’, pertanto, tradotto in un tassodi crescita del Prodotto Interno Lordo di gran lungasuperiore rispetto agli altri Stati dell’Unione e alla stessamedia europea. Nel 2012, per esempio, secondo i datiEurostat, la Germania ha chiuso con un PIL a +0,7%; l’Italiaa -2,3% e la media dell’eurozona a -0,3%.

Insomma, da questa crisi la Germania ha guadagnato, perche’altri paesi, come Italia e Spagna, hanno perso. Hanno persoperche’ hanno dovuto subire passivamente le ricetteeconomiche ‘sangue, sudore e lacrime’ imposte da AngelaMerkel agli Stati sotto attacco speculativo.

In questo contesto, il senatore a vita Mario Monti e’ statoil fedele esecutore delle volonta’ egoistiche ed egemonichedella Germania, che con il suo comportamento, di fattoantieuropeo, ha portato l’eurozona alla recessione”. com-gar/mau/rl

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su