Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Crisi: Eurispes, solo 1 italiano su 5 riesce a risparmiare

colonna Sinistra
Giovedì 31 gennaio 2013 - 11:02

Crisi: Eurispes, solo 1 italiano su 5 riesce a risparmiare

(ASCA) – Roma, 31 gen – Il 60,6% degli italiani, 3 su 5,rivelano di essere costretti a intaccare i propri risparmiper arrivare alla fine del mese; il 62,8% ha grandidifficolta’ ad affrontare la quarta (quando non la terza)settimana; il 79,2% non riesce a risparmiare, questo vuoldire che solo 1 su 5 riesce a mettere qualcosa da parte. E’quanto emerge dal ‘Rapporto Italia 2013’ dell’Eurispes.

Quando viene chiesto ai cittadini se ritengano di riuscirea risparmiare qualcosa nei prossimi dodici mesi, due su trerispondono naturalmente di no, che probabilmente (36,7%) ocertamente (30%) non riusciranno a risparmiare alcunche’,mentre il 27,4% ritiene che nel 2013 riuscira’ ad alimentarei propri risparmi, di questi ultimi ne e’ totalmente sicuropero’ solo il 5,7%, mentre il 21,7% non ne e’ del tuttocerto.

Circa un terzo del campione ha chiesto un prestitobancario negli ultimi tre anni (35,7%), un dato in aumentorispetto alla rilevazione dello scorso anno di 9,5 puntipercentuali.

Le categorie piu’ bisognose di aiuti finanziari sonoquelle con contratti a tempo determinato (atipico osubordinato), in particolare il popolo della partita Iva(44,2%), contro il 35,2% dei lavoratori subordinati a tempoindeterminato.

Ben il 62,3% dei prestiti e’ stato chiesto per pagare debitiaccumulati e il 44,4% invece per saldare altri prestitiprecedentemente contratti con altre banche o finanziare, mache evidentemente i contraenti non sono riusciti a saldare.

Appare evidente come la spirale che si innesca e’sintomatica della crisi che l’Italia sta affrontando e cheattanaglia i cittadini in una condizione di disagio profondodalla quale sembra non vi sia altra via d’uscita se nonquella di alimentare l’indebitamento.

Il 27,8% di chi chiede un prestito lo fa per acquistareuna casa, il 22,6% per coprire le spese mediche e non mancachi vi ha fatto ricorso per potersi permettere una vacanza(5%) o per far fronte ad un evento come il matrimonio, unbattesimo, una cresima, ecc. (13,1%).

com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su