Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Governo: sottosegretario Peluffo inaugura ‘itinerari della memoria”

colonna Sinistra
Lunedì 28 gennaio 2013 - 16:50

Governo: sottosegretario Peluffo inaugura ‘itinerari della memoria”

(ASCA) – Roma, 28 gen – L’Europa unita lavora allecelebrazioni per il centenario della I Guerra Mondiale nel2014. Mentre il mondo intero si prepara alle commemorazioni -informa un comunicato – in Italia il sottosegretario di StatoPaolo Peluffo inaugura domani ”gli itinerari della memoria”con la visita ai Sacrari militari della provincia diGorizia. Prende cosi’ il via una parte significativa delprogramma delle commemorazioni della Grande Guerra, sullascia di quanto e’ gia’ stato fatto per i 150 anni dall’Unita’d’Italia. Luoghi della memoria, monumenti, sacrari, musei,memoriali: tutto concorre a riflettere su una spaventosatragedia che segno’ il secolo e interruppe decenni di lentoprogresso in Europa e incise in modo indelebile e terribilesull’identita’ europea. E tutto concorre a rinforzare lospirito nazionale, a coltivare quello europeo. ”I sacrari militari e i cimiteri monumentali checonservano le spoglie degli italiani caduti durante la Primaguerra mondiale sono i primi e piu’ importanti luoghi dellamemoria – spiega Paolo Peluffo – perche’ rimandano alsacrificio di ciascuno dei 750.000 italiani, militari ecivili, dei nostri nonni e bisnonni. Non pensiamo divalorizzare solo i luoghi dove si combatterono le battaglie edove riposano i nostri morti, ma anche a raccontare lestorie, piccole grandi sconosciute storie di quei sei milionidi italiani che presero parte alla guerra. Il protagonistadel Centenario saranno gli italiani, la gente comune, isoldati, le loro famiglie. La Grande Guerra e’ stato unpassaggio fondamentale nel processo di costruzione del nostropaese perche’ e’ nell’affratellamento delle trincee il primomomento vero in cui si sono ‘fatti’ italiani”.

Peluffo, che presiede il Comitato per le celebrazionidella Grande Guerra, visitera’ domani 29 gennaio i sacrari diGorizia, Redipuglia, a Oslavia, a Sagrado dove, in ognuno diessi, deporra’ una corona d’alloro del governo. Continua ilsottosegretario: ”In Italia, anche nel piu’ piccolo centro,sorge almeno una lapide dedicata al sacrificio dei proprifigli, caduti nella Grande Guerra. Centinaia di monumenti esteli commemorative che e’ nostro dovere oggi restaurare, ovenecessario, e inserire in una rete di iniziative checoinvolgano tutta la cittadinanza. E sarebbe opportunoarrivare alla defiscalizzazione dei restauri di queimonumenti realizzati dai privati”. Conclude ilsottosegretario: ”E’ un anniversario particolarmenteimportante per la costruzione della nostra identita’europea”. Tutti i paesi d’Europa sono al lavoro su unprogetto comune che e’ quello dei Luoghi della Memoria,grande opportunita’ per promuovere il turismo legato agli”itinerari della memoria”, con una duplice funzioneculturale e sociale. Coltivare la memoria significaeducazione civile e dei giovani. Per questo, una parteimportante del programma del centenario della Grande Guerrariguardera’ le scuole. com-gar/cam/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su