Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Vaticano: Papa trasferisce competenza su seminari a Congregazione Clero

colonna Sinistra
Venerdì 25 gennaio 2013 - 12:54

Vaticano: Papa trasferisce competenza su seminari a Congregazione Clero

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 25 gen – Con due Lettereapostoliche di Benedetto XVI, in forma di ‘Motu Proprio’,pubblicate oggi, si trasferiscono la competenza sui Seminaridalla Congregazione per l’Educazione Cattolica allaCongregazione per il Clero e la competenza sulla Catechesidalla Congregazione per il Clero al Pontificio Consiglio perla Promozione della Nuova Evangelizzazione. I due documentierano stati annunciati dal Papa lo scorso 27 ottobre, aconclusione dei lavori del Sinodo sulla nuovaevangelizzazione. Con il Motu Proprio ”Ministrorum institutio”, BenedettoXVI affida alla Congregazione per il Clero ”la promozione eil governo di tutto cio’ che riguarda la formazione, la vitae il ministero dei presbiteri e dei diaconi: dalla pastoralevocazionale e la selezione dei candidati ai sacri Ordini,inclusa la loro formazione umana, spirituale, dottrinale epastorale nei Seminari e negli appositi centri per i diaconipermanenti, fino alla loro formazione permanente, incluse lecondizioni di vita e le modalita’ di esercizio del ministeroe la loro previdenza e assistenza sociale”. Con questo MotuProprio, la Congregazione per l’Educazione Cattolica, (deiSeminari e degli Istituti di Studi) cambia il nome inCongregazione per l’Educazione Cattolica (degli Istituti diStudi) ed e’ competente per l’ordinamento degli studiaccademici di filosofia e di teologia, sentita laCongregazione per il Clero. Con il Motu Proprio ”Fides per doctrinam”, il Papatrasferisce, invece, la competenza sulla Catechesi dallaCongregazione per il Clero al nuovo Pontificio Consiglio perla Promozione della Nuova Evangelizzazione. La competenzasulla Catechesi riguarda: ”la cura e promozione dellaformazione religiosa dei fedeli”; la facolta’ di emanarenorme opportune perche’ ”l’insegnamento della Catechesi siaimpartito in modo conveniente secondo la costante tradizionedella Chiesa”; il compito di ”vigilare perche’ laformazione catechetica sia condotta correttamente secondo leindicazioni espresse dal Magistero”; la facolta’ diconcedere la ”prescritta approvazione della Sede apostolicaper i catechismi e gli altri scritti relativi all’istruzionecatechetica, con il consenso della Congregazione per laDottrina della Fede” e, infine, il compito di assistere gliuffici catechistici delle Conferenze episcopali seguendo ecoordinando le loro attivita’. gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su