Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Ue/Agricoltura: Coldiretti, Parlamento premia la rendita e non lavoro

colonna Sinistra
Venerdì 25 gennaio 2013 - 12:29

Ue/Agricoltura: Coldiretti, Parlamento premia la rendita e non lavoro

(ASCA) – Roma, 25 gen – ”Non valorizza chi vive e lavora inagricoltura e favorisce il permanere delle rendite fondiariein contrasto al documento firmato da tutte le organizzazioniagricole, cooperative e sindacati del lavoro italiani il 17novembre 2011 per una riforma della Politica Agricola chechiedeva di indirizzare i benefici della Pac prioritariamenteverso le imprese agricole che sono orientate al mercato eoperano sul territorio, anche attraverso forme diaggregazione e di integrazione, che in modo professionalecreano reddito e producono alimenti ed effetti positivi perla societa”’. E’ quanto afferma il presidente dellaColdiretti, Sergio Marini, nel commentare gli emendamentiapprovati dalla Commissione Agricoltura del ParlamentoEuropeo sulla proposta della Commissione Europea in materiadi riforma della Politica Agricola Comune. ”Nel documento di tutte le organizzazioni agricolecooperative e sindacati del lavoro si legge che tenuto contodella riduzione delle risorse della Pac destinate al regimedi pagamenti unico – aggiunge Marini – riteniamo che ibeneficiari del pagamento unico debbano essere,prioritariamente, sebbene non esclusivamente gli agricoltoriattivi”. ”Alla luce della forte differenziazione delle normativein Europa – sottolinea – e’ necessario che la definizione di’agricoltore attivo’ sia demandata allo Stato membro e cheper quello che riguarda in nostro Paese e’ l’ imprenditoreagricolo professionale”. ”La Commssione Agricoltura delParlamento Europeo nega invece – denuncia Marini – lapossibilita’ agli Stati membri di stabilire i criteriaffinche’ non siano concessi pagamenti diretti ad una personafisica o giuridica le cui attivita’ agricole nonrappresentano una parte predominante dell’insieme delle sueattivita’ economiche”. ”Gli unici segnali positivi – conclude – vengono dagliemendamenti che apportano taluni miglioramenti per i giovani,il greening, il sostegno alla filiera corta, ma anche iltetto per gli aiuti”.

com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su