Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Elezioni: Cosentino giustifica scelta Pdl ma lancia stoccata ad Alfano

colonna Sinistra
Martedì 22 gennaio 2013 - 16:31

Elezioni: Cosentino giustifica scelta Pdl ma lancia stoccata ad Alfano

(ASCA) – Napoli, 22 gen – Nicola Cosentino giustifica lascelta del Pdl di escluderlo dalle liste dei candidati allepolitiche, ma non tralascia di lanciare stoccate ai suoi’avversari’ all’interno del partito. Primo fra tutti, ilsegretario del Popolo delle Liberta’, che Cosentino definisce”un perdente di successo”, salvo poi affermare che ”hogrande stima di Angelino”. Subito dopo e’ la volta diStefano Caldoro, presidente della Giunta regionale dellaCampania, alla cui elezione, dopo 10 anni di ‘bassolinismo’,Cosentino ha contribuito moltissimo, nonostante aspirasse inprima persona alla carica di governatore: ”Caldoro nonpotra’ piu’ giocare al ‘buono e cattivo’, ora tocca a luigestire la campagna elettorale”. E sottolinea, a rimarcareil personale impegno nel 2010, di essere ”convinto di averlasciato una squadra vincente in Campania. Con mecoordinatore abbiamo conquistato la regione e quasi tutte leProvince, tantissimi Comuni. Ho organizzato un grandeconsenso intorno all’attuale presidente”. Per ultimo, masolo in ordine di citazione, tocca all’ex Msi, ex An ed exPdl, oltre che candidato del centrodestra alle regionali del2005 in Campania, Italo Bocchino, ricevere una stilettata.

Succede quando i cronisti lo incalzano di domande sulleaccuse di cui deve rispondere nei due processi che loassociano a clan camorristici di Casal di Principe, suacittadina natale. ”L’unico ‘casalese’ che siede inparlamento e’ l’onorevole Italo Bocchino. Lui, davvero, hacominciato la sua ascesa politica da Casal di Principe. Io,invece, sono stato eletto la prima volta nel 1996 comecandidato a Piedimonte Matese e, poi, sempre e solo in listebloccate”.

Per il resto, in oltre un’ora di conferenza stampaCosentino non fa altri nomi. Piu’ volte ripete che il Pdl e’stato quasi costretto a togliere il suo nome dalle listeperche’ ”ha ritenuto di sottrarsi a strumentalizzazionisulla mia vicenda” ed ha ”dato considerazione a sondaggisecondo cui la mia presenza in lista avrebbe nuociuto”. ”Setutta questa mia vicenda servira’ a prendere qualche voto inpiu’ io saro’ contento – insiste -, non potro’ parteciparedirettamente a questa campagna elettorale, ma lo faro’ con ilcuore”.

dqu/sam/rl

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su