Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lazio: Bonino, alleanza con Storace errore politico. Scandalo e’ il Pd

colonna Sinistra
Lunedì 21 gennaio 2013 - 12:39

Lazio: Bonino, alleanza con Storace errore politico. Scandalo e’ il Pd

(ASCA) – Roma, 21 gen – ”Invece che uno scandalo, e’ venutafuori una scontatezza, nei rispettivi ruoli, nel dipingere ivari ruoli. C’e’ persino chi ha detto che io avrei chissa’quale canale aperto con il Pd. Se lo avessi,lo direi. Io hocercato varie volte con Zingaretti, e non sono riuscitanemmeno a parlargli per telefono. E’ comprensibile, vista lasua bugia un po’ ipocrita non francamente sostenibile. Misarebbe piaciuto me lo dicesse in faccia, o almeno a voce,per telefono”. Lo ha detto Emma Bonino, nella consuetaintervista settimanale a Radio Radicale, parlando dellavicenda Storace.

”E’ successo esattamente quello che era prevedibile -prosegue – Nella riunione di giovedi’ Marco ci ha informatodi questa proposta, fatta a nome dell’intera coalizione dicentrodestra. Io avevo detto che se di ‘scandalo’ sitrattava, non mi pareva ne valesse la pena, e che comunque mipareva un errore politico perche’ – a mio avviso – si sarebbescatenata una pseudo polemica su uno pseudo scandalo, cheavrebbe aiutato a seppellire ancora di piu’ il vero scandalodi questa tornata elettorale: la sua totale illegalita’,l’occupazione della Rai, la Vigilanza, i sospiri dell’Agcom,la questione Pd. Tutto questo sarebbe stato seppellito su unavicenda su cui si sarebbero lanciati tutti, sciacalli ecorvi. Vivendo in questa situazione di regime, ho detto chequesto sarebbe successo. Ed e’ esattamente quello che e’successo”.

”Non ho dato interviste perche’ era cosi’ scontato chesarei stata cercata, come non succede da mesi su cose benpiu’ importanti. Essendo gia’ uscita una ricostruzioneesatta, anche se parziale, sul dibattito che si e’ svolto,non avevo molto altro da aggiungere”, prosegue Bonino cheribadisce: ”Non mi pare uno scandalo, solo un errorepolitico. Erano ampiamente prevedibili gli insulti, i’venduti’, e io che sono ‘conformista’, o ‘radical chic’:tutte cose che si potevano ampiamente prevedere, edevitare”, ha concluso.

Conclude la vicepresidente del Senato: ”Io credo che sela lista riuscira’ ad avere uno strumento per esserci dovra’usare anche questi giorni per l’iniziativa politica sullagiustizia e la necessita’ di riforma di questo paese. Ioavevo fatto altro proposte, ma una volta che si e’ decisoquesto tipo di lista spero che in un numero sufficiente diRegione siamo presenti, perche’ ci siano possibilita’ dilotta politica – poche, lo so – per denunciare quello che e’lo scandalo complessivo di questo paese. Io ho continuato acercare autenticatori, e ne ho trovati pochi, ma non perquesto cosiddetto, ne avevo trovato pochi anche prima”.

com-gar/sam/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su