Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Elezioni: Lombardo, costretto a candidarmi. Sinistra voleva distruggermi

colonna Sinistra
Lunedì 21 gennaio 2013 - 12:39

Elezioni: Lombardo, costretto a candidarmi. Sinistra voleva distruggermi

(ASCA) – Roma, 21 gen – ”Sono costretto a candidarmi”. Loha dichiarato Raffaele Lombardo, ospite di ’24 Mattino’ suRadio 24, spiegando la scelta di essere capolista al Senatoper il Movimento per le Autonomie – Partito dei Siciliani. ”E’ vero, ho gustato il piacere della pensione perqualche mese. Ero entrato in quell’ottica – ha detto Lombardo- poi dopo avere lavorato con la sinistra negli ultimi anni,mi sono reso conto che la sinistra voleva annullarci,distruggerci. Per questo siamo stati portati a un’alleanzache Berlusconi e’ tornato a offrirci. Insomma: il mio mondoche deve recuperare spazio e la posta in palio mi hannocostretto a scendere in campo”.

”Si, sono costretto dal fatto che in condizioni normalinon l’avrei mai fatto. Devo farlo per garantire lasopravvivenza di un movimento nato nel 2005 per il quale hodato lacrime e sangue. Io gattopardesco? Non c’entra nulla -ha aggiunto Lombardo – a tutto avrei pensato tranne che adovermi candidare. Anche mio figlio ora e’ in Regione: eccol’ennesima prova che a tutto avrei pensato tranne che ascendere in campo”.

Lombardo ha respinto anche le accuse di essere’impresentabile’ per il processo con l’accusa di associazioneesterna alla mafia: ”Mi sono posto il problema – hasottolineato – ma la legge me lo consente. Poi arrivo a unprocesso per il quale ho chiesto il rito abbreviato e per ilquale la pubblica accusa per tre volte aveva chiestol’assoluzione”. ”Potrei prendere voti – ha aggiunto poi l’ex governatoredella Sicilia – essere eletto e dopo un po’ dimettermi epassare la mano. Non e’ un ‘chissenefrega’, andare al Senatoe’ un grande onore. Ma se la vicenda giudiziaria dovesseconcludersi male, potrei lasciare il seggio”. Lombardo pero’ ha respinto i paragoni con Dell’Utri: ”Luie’ approdato in Cassazione e all’appello e’ stata richiestauna pesante condanna per lui. Sono situazioni assolutamenteda non paragonare”. Infine il programma. Lombardo ha detto che si battera’ per”l’autonomia siciliana che e’ sulla carta ma in gran partenon e’ attuata. Per avere una fiscalita’ di vantaggio per laSicilia, per le accise petrolifere. Siamo la Regione dove siraffina piu’ petrolio e la benzina da noi e’ la piu’ carad’Italia. Poi va fatto il Ponte sullo Stretto di Messina, percui mi sono battuto sempre”. com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su