Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Caso Ruby: Ghedini, io candidato, processo da fermare (1 upd)

colonna Sinistra
Lunedì 21 gennaio 2013 - 10:25

Caso Ruby: Ghedini, io candidato, processo da fermare (1 upd)

(ASCA) – Milano, 21 gen – Condurre la campagna elettorale”e’ una necessita’ oggettiva” non solo per l’imputatoSilvio Berlusconi, ma anche per i suoi due avvocati, Niccolo’Ghedini e Piero Longo. Lo ha evidenziato lo stesso Niccolo’Ghedini tornando a chiedere ai giudici titolari del processosul cosiddetto ‘caso Ruby’ di sospendere il dibattimento finoal termine delle elezioni. La stessa richiesta gia’ avanzatadalla difesa Berlusconi la scorsa settimana, e bocciata dalcollegio presieduto da Giulia Turri. Rispetto alla settimana scorsa, la novita’ di oggi,secondo Ghedini, e’ che ieri ”sono state depositate le listeelettorali. Capolista al Senato e’ Silvio Berlusconi, secondoe’ chi vi parla e nella stessa lista vi e’ anche l’avvocatoPiero Longo”. Percio’ il processo Ruby va bloccato, perche’secondo Ghedini ”c’e’ l’esigenza di consentire aiparlamentari uscenti di condurre la campagna elettorale”.

In questo caso, ha insistito il legale, ”non si trattasoltanto di un principio di natura giuridica, perche’ unprocesso come questo arriva fuori dall’aula”. Ghedini haricordato i casi del 2001, del 2006 e del 2008, e ancoraquelli delle elezioni europee del 2005 e 2010, quando iprocessi a carico di Berlusconi vennero puntualmente bloccatialla vigilia delle elezioni. Se invece il processo Rubyandasse avanti, il pm Ilda Boccassini pronuncerebbe la suarequisitoria nel bel mezzo della campagna elettorale,consentendo cosi’ ”alla procura di Milano di intervenirepesantemente” sul risultato delle elezioni. Inoltre, senzauno stop del processo Ruby ”ci mettete nell’impossibilita’di fare il nostro mestiere di avvocati o nell’impossibilita’di svolgere la campagna elettorale”.

Il difensore di Berlusconi ha quindi invocato ”quelbuonsenso che e’ sempre stato applicato” in casi comequesto. Perche’ altrimenti, e’ l’avvertimento di Ghedini,”se i giudici vogliono a tutti i costi consentire allaProcura di fare la requisitoria, si prenderanno la propriaresponsabilita”’.

fcz/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su