Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Elezioni: Ingroia, chiudo porta a dialogo col Pd. Nessuna… (1 Update)

colonna Sinistra
Sabato 19 gennaio 2013 - 12:51

Elezioni: Ingroia, chiudo porta a dialogo col Pd. Nessuna… (1 Update)

(ASCA) – Roma, 19 gen – ”La pazienza e’ finita: quella portache avevo lasciata aperta disposto al dialogo -perche’ iosono un uomo del dialogo e paziente- con oggi si chiude”.

Cosi’ l’ex pm Antonio Ingroia in una conferenza stampa,stamane a Roma per presentare i candidati di RivoluzioneCivile, ha dichiarato chiuso il dialogo con il Pd e con ilsegretario Bersani.

Nessuna desistenza e’ possibile, ha detto, ”nessun accordosottobanco come quelli che hanno ucciso la prima e la secondaRepubblica”.

”Io -ha aggiunto Ingroia- appena tornato dal Guatemala horivolto un appello al Pd e a Bersani per incontrarci, pervedere se potevamo collaborare, avremmo potuto valutare lacosa. Abbiamo ricevuto proposte dietro le quinte daintermediari pur autorevoli, ma non possiamo accettareaccordi: Monti e’ stato in continuita’ con Berlusconi e nonpossiamo dimenticare che il Pd ha appoggiato Monti con i suoiprovvedimenti che hanno colpito la gente”.

Come ha fatto in altre occasioni Ingroia ha spiegato lasua rigidita’ in nome di una emergenza. Citando EnricoBerlinguer che negli anni ottanta disse che la questionemorale esiste e da tempo e’ diventata una questionepolitica…’ ha aggiunto che ”in modo desolante la politicain questi 30 anni non ha saputo affrontare la questione cheda questione politica primaria e’ diventata un’emergenzademocratica”.

”Ci si chiede da piu’ parti -ha aggiunto- di nonpresentare liste, di fare una desistenza per non danneggiareil centrosinistra. No, noi non pensiamo ad accordi didesistenza sottobanco, quegli accordi che hanno ucciso laprima e la seconda Repubblica. Avremmo potuto valutare lacosa”. Si giustifica la desistenza per evitare di fare ilgioco di Berlusconi, ”si fa anche appello al voto utile”,ma ha detto Ingroia, ”a me Berlusconi non fa paura, e’politicamente finito e lo si e’ visto da quando ha dovutolasciare il governo a Monti. Oggi, quindi, si usa Berlusconiper mettere paura proprio come Berlusconi usava la minacciadei comunisti. Oggi il pericolo e’ Monti”. ”Quini -haproseguito- il voto utile che ci chiedono oggi non e’ controBerlusconi ma a favore di Monti. Percio’ il solo voto utile,come ho detto, e’ solo quello per noi”.

Ingroia ha nuovamente sostenuto che il dialogo erapossibile e che lui personalmente lo aveva chiesto subitodopo il suo rientro dal Guatemala e poi rinnovato. ”Il Pddoveva venirci incontro, non potevamo muoverci solo noi” hasostenuto Ingroia dicendo che ”proprio in quei giorni in cuiBersani poteva incontrarmi, veniamo a sapere che incontravaMonti. E poi quando noi parlavamo di riequilibrare isacrifici con una patrimoniale, Bersani diceva di no allapatrimoniale. Credo dunque -ha detto Ingroia- che quellaporta che avevo lasciata aperta da oggi e’ chiusa. Da questomomento Rivoluzione civile chiede il dialogo in parlamento.

Vedremo, a partire dal conflitto di interessi. So che Bersanie’ una persona seria, ha detto che tra i provvedimenti deiprimi 100 giorni prevede il conflitto di interessi, bene losfido a mettere subito in cima alla lista il conflitto diinteressi: questa legge scriviamola insieme e insiemepresentiamola”.

min

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su