Header Top
Logo
Sabato 22 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Quote latte: Boccia(Pd), italiani hanno dovuto pagare tassa-Lega

colonna Sinistra
Venerdì 18 gennaio 2013 - 17:21

Quote latte: Boccia(Pd), italiani hanno dovuto pagare tassa-Lega

+++2 miliardi e mezzo presi dalla tasche di tutti percompiacere oltre 800 furbetti+++.

(ASCA) – Roma, 18 gen – ”Forse la Lega non c’entra con leperquisizioni dei giorni scorsi, ma sulla vicenda delle quotelatte non siamo affatto sicuri che siano fondate le parole diMaroni sulla limpidezza del comportamento del suo partito.

Anzi, crediamo gli italiani abbiano dovuto pagare una sortadi tassa-Lega per coprire i furbetti che non si sono maimessi in regola e i dati forniti dalla Corte dei Conti cidanno ragione. L’inchiesta in corso spieghera’ e chiarira’ ilresto di questo opaco contesto”.

Lo dichiara Francesco Boccia, coordinatore dellacommissioni economiche del Gruppo Pd della Camera e candidatoin Puglia alle elezioni del 24-25 febbraio.

”E’ infatti di oltre 2 miliardi e mezzo di euro -spiegaBoccia- la cifra pagata cash dal nostro Paese per le multe.

Cifra sottratta ai fondi per le politiche agricole, dopo cheera stata gia’ abbonata una considerevole somma in sedecomunitaria. Oggi resterebbero da riscuotere circa 1,5miliardi (parte dei crediti non sono esigibili perche’ alcuneaziende sono fallite), ma l’azione dei governi di centrodestra e in particolare dei ministri Alemanno e Zaia, che sisono succeduti alle Politiche agricole, ha ostacolatol’azione di riscossione anche togliendo la competenza adEquitalia e ha prodotto due mirabili interventi dirateizzazione che hanno fruttato per il primo, nel 2003, pocopiu’ di 200 milioni e per il secondo, dal 2009 ad oggi, lastrepitosa cifra di 4 milioni di euro. Per non parlare diquanto ha combinato l’allora ministro dell’Economia, GiulioTremonti, che per ottenere la dilazione delle multe in sedeEcofin nel 2003 pose il veto su importanti provvedimenti dinatura fiscale. In sostanza tutti i contribuenti italiani sisono dovuti fare carico della ostinata posizione di oltre 800furbetti che non si sono mai voluti mettere in regola afronte di oltre 15 mila allevatori onesti che hanno fattoingenti sacrifici e investimenti per pagare le quote e perstare sul mercato correttamente”. ”E’ una storia sconcertante che va sanata e non sidovra’ mai piu’ ripetere. Anche su questo il centrosinistraal governo dara’ una garanzia di cambiamento” concludeBoccia.

com-min

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su