Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Immigrati: Riccardi, su cittadinanza alcuni contro altri rassegnati

colonna Sinistra
Giovedì 17 gennaio 2013 - 18:28

Immigrati: Riccardi, su cittadinanza alcuni contro altri rassegnati

(ASCA) – Roma, 17 gen – ”Ho da sempre e ripetutamente, amaggior ragione dopo le parole del presidente Napolitano,sollecitato il Parlamento a portare in aula la legge sullacittadinanza ai figli dei lavoratori stranieri, che non eranel programma di governo. Se questo non e’ avvenuto e’ statosicuramente per la contrarieta’ della destra e della Lega, maanche per una qualche rassegnazione delle forze politichefavorevoli”. Lo ha detto il ministro per la CooperazioneInternazionale e l’Integrazione Andrea Riccardi. ”Rivendico al governo Monti e al mio ministero – haaggiunto – il merito di aver inaugurato una vera svolta. Unnuovo corso culturale, politico e di linguaggio nei confrontidell’immigrazione, vissuta non piu’ come pericolo o comeemergenza, ma come opportunita’ di sviluppo e di crescita.

Abbiamo detto basta ai respingimenti indiscriminati, abbiamofatto togliere l’odiosa tassa sulle rimesse degli immigrati,abbiamo operato per la legalizzazione di 140 mila lavoratoristranieri che lavoravano in nero, abbiamo impostato lerelazioni internazionali su basi completamente diverse dalpassato”.

Riccardi ha concluso: ”Capisco che la campagna elettoraleabbia le sue asprezze e le sue regole, ma parlare del governoMonti come succube dei ricatti del centrodestra in materia diimmigrazione e’ una descrizione caricaturale che respingo condecisione al mittente”. red-gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su