Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Fiat: Di Pietro, unica oscenita’ sono le balle di Marchionne

colonna Sinistra
Giovedì 17 gennaio 2013 - 14:54

Fiat: Di Pietro, unica oscenita’ sono le balle di Marchionne

(ASCA) – Roma, 17 gen – ”L’unica oscenita’ sono le ballespaziali raccontate da Sergio Marchionne ai lavoratori deisuoi stabilimenti e al Paese. Solo un mese fa, infatti, l’addi Fiat, insieme al candidato Mario Monti, aveva garantito ilposto di lavoro agli operai di Melfi. A distanza di pochesettimane, Marchionne si e’ rimangiato quella promessa,prospettando agli stessi lavoratori due anni di cig con ilblocco della produzione. Questa scelta scriteriatadell’azienda tagliera’ dalla retribuzione annua di ognioperaio circa 7mila euro”.

Lo scrivono in una nota congiunta il leader dell’Italiadei Valori, Antonio Di Pietro, e il responsabile lavoro ewelfare del partito, Maurizio Zipponi, che aggiungono: ”L’addi Fiat aveva anche promesso 20 miliardi di investimentiqualora i lavoratori avessero rinunciato ai propri diritti,ai minimi contrattuali e a quanto previsto dalle leggiitaliane. Con quel ricatto, Marchionne ha fatto cartastraccia della Costituzione e ha cancellato il contrattocollettivo nazionale del lavoro, grazie anche alla connivenzae alla copertura prima del governo Berlusconi e poi delgoverno Monti”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su