Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lombardia: Ambrosoli (Pd), mi aspetto che Albertini parli

colonna Sinistra
Lunedì 14 gennaio 2013 - 10:40

Lombardia: Ambrosoli (Pd), mi aspetto che Albertini parli

(ASCA) – Roma, 14 gen – ”Mi aspetto che Albertini, checonosce cose gravi, parli presto. Perche’ forse sono cose chei cittadini lombardi devono sapere. Che la Lega parli dilinguaggio ”con la coppola’ mi sembra poco istruttivo. Se laLega non avesse interesse a sapere di cosa si sta trattando,vuol dire che le va bene avere come alleato Formigoni chepotrebbe avere scheletri nell’armadio gravi. Serve unadichiarazione pubblica del contenuto di cio’ che ha detto. OAlbertini sovrastima il significato di elementi a suaconoscenza o effettivamente e’ a conoscenza di elementi che icittadini devono conoscere per capire il gioco che c’e’dietro l’accordo tra Lega e Pdl”. Queste le parole diUmberto Ambrosoli (Pd) a Tgcom24. ”L’identita’ del Pd non sifonda sulla debolezza degli altri ma si fonda su valori. Inostri avversari stanno facendo un piccolo gioco delle parti,c’e’ uno scambio di ruoli di potere. Gli elettori delcentrodestra in Lombardia hanno un’alternativa, a sinistrac’e’ una certezza, una volonta’ di cambiamento. In questomomento – aggiunge Ambrosoli – Formigoni non e’ libero didecidere dove portare la propria prospettiva politica edecidere con chi interpretarla. Questo ci dice che neppureMaroni e’ libero, neppure lui ha potuto mantenere la propriaretta via e di rispettare quanto detto ai propri elettori.

Sono legati da una sorta di costrizione di potere. Isondaggi? Li guardo con grande curiosita’ perche’ aiutano acapire le prospettive. A volte pero’ sovrastimano laprospettiva, come accaduto alle comunali tra Moratti ePisapia. Nei 40 giorni che rimangono la campagna elettoralesara’ un bussare alla porta della gente, facendo vedere cheho il coraggio di espormi, per creare un rapporto che non siconcludera’ con le elezioni. Formigoni ha detto di non esserestato mai un uomo solo al comando? Ognuno ha una percezionedi se’ che non sempre e’ quella della collettivita’. Pero’prima o poi, con la percezione della collettivita’ deve farcii conti”.

com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su