Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lazio: Zingaretti, manifesto per ente trasparente partecipato e digitale

colonna Sinistra
Venerdì 4 gennaio 2013 - 15:41

Lazio: Zingaretti, manifesto per ente trasparente partecipato e digitale

(ASCA) – Roma, 4 gen – La rivoluzione della Regione Lazio perNicola Zingaretti, candidato del centrosinistra allapresidenza della Regione, passa per tre elementi: latrasparenza, la partecipazione, la cultura e tecnologiadigitale. Tre ‘rivoluzioni’ illustrate in un manifestopresentato oggi a Roma, nella sede del Comitato Elettorale,dallo stesso Zingaretti, tre rivoluzioni che promettono dicambiare la Regione Lazio che sara’ ‘aperta ai cittadini’.

Il primo punto e’ la trasparenza, con la definizione diuna nuova legge per promuovere la trasparenza totale dellapubblica amministrazione ed offrire ai cittadini lapossibilita’ di controllare direttamente ogni passaggio dellavita aministrativa. Dunque pubblicita’ di atti, retribuzioni,prestazioni, risultati, sviluppo di piattaforme Opendata suogni settore, Opensanita’ e Openbilancio, rendicontazioneperiodica dell’azione di governo, trasparenza e pubblicita’su tutte le nomine di dirigenti, manager e direttorigenerali, un piano regionale anticorruzione per gare,appalti, contratti e contributi, anagrafe degli eletti.

L’altra rivoluzione di Zingaretti quella dellapartecipazione, con l’obiettivo di aprire la Regione aicittadini garantendo loro la possibilita’ di partecipare allescelte di governo, di monitorare e valutare l’azione pubblicae di impegnarsi direttamente al miglioramento dei servizi edell’attivita’ amministrativa.

Ultima ma non per importanza, la rivoluzione digitale conl’Agenda Digitale del Lazio che ne segnera’ i tempi offrendoun Piano Telematico per superare il digital divide, portandola Banda Larga e la Rete di collegamento gratuito ad internetin modalita’ wifi in tutti i Comuni. Altro punto dell’agendala Cartografia digitale o Carta della Comunita’ per ilcontrollo del territorio, seguito poi dalla realizzazione dinuovi servizi telematici pubblici per l’accesso alladocumentazione sanitaria, l’abbattimento delle file aglisportelli, la semplificazione delle pratiche. Infinel’incentivo a realizzare i servizi e le applicazioni da partedi imprese, associazioni e singoli cittadini grazieall’utilizzo dei dati liberati dalla PubblicaAmministrazione.

bet/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su