Header Top
Logo
Sabato 25 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Monti: Riccardi, non siamo ‘centrini’, siamo una forza in crescita

colonna Sinistra
Mercoledì 2 gennaio 2013 - 15:59

Monti: Riccardi, non siamo ‘centrini’, siamo una forza in crescita

(ASCA) – Roma, 2 gen – ”Non direi che Monti e’ durissimo mache e’ coerente con le idee esposte nella sua agenda e nellaconferenza stampa di domenica scorsa. E’ un rinnovatore epresenta il suo programma di rinnovamento e questa e’ la suaoriginalita”’. Queste le parole del Ministro per lacooperazione Andrea Riccardi a Tgcom24. Meno tasse? ”Credo -ha detto- che durante questo governoe durante quello precedente veniva la tentazione di farepromesse ma la realta’ e’ che lo stile scelto dal governoMonti e’ quello di fare promesse con una base. Gia’ dallalegge di stabilita’ avevamo riflettuto sul problema menotasse. E’ un punto importante, ma bisogna combattere anche lospreco. La spending review di questo governo va continuata elo Stato va reso piu’ leggero: questo e’ risparmio ma e’anche liberare la societa’ e l’economia da una struttura e dagangli che rischiano di spezzarla. Pero’ serve un lungotempo, le resistenze e le inerzie sono profonde”. Quanto alla definizione di ‘centrini’, Riccardi haaffermato: ”Non bisogna disprezzare l’altro ne’demonizzarlo, l’ho sempre pensato anche rispetto ad un certoatteggiamento nei confronti di Berlusconi. Siamo davanti adun’elezione in cui gli italiani dovranno scegliere traBerlusconi, il Pd e una novita’ politica rappresentata daMonti che non e’ una novita’ di centro o di centrino ma unaproposta di rinnovamento da parte di un uomo che hasperimentato la strada in un pungo di mesi e ora chiede lafiducia agli italiani per farlo piu’ a lungo”.

I sondaggi? ”Non abbiamo ancora lanciato nome e simboloquindi viene testata una nebulosa, l’area Monti, quindipossiamo gia’ essere contenti. Credo -dice Riccardi- che isondaggi lo daranno in crescita”. Monti accusato di utilizzare strumenti di governo per farecampagna elettorale? ”La sua correttezza -sottolineaRiccardi- non e’ in discussione ne’ lo e’ la sua coerenza.

Dobbiamo dargli fiducia perche’ piuttosto che un cursushonorum in Europa o nel mondo ha preferito la dura lottapolitica e si presenta al giudizio degli italiani concoerenza democratica”. com-min

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su