mercoledì 18 gennaio | 15:58
pubblicato il 02/mag/2014 16:31

2 giugno: Quirinale, sobrieta' economica, no ricevimento per autorita'

(ASCA) - Roma, 2 mag 2014 - ''Il 2 giugno prossimo, Festa Nazionale della Repubblica, il Presidente Napolitano rivolgera' in televisione l'abituale breve messaggio augurale a tutti gli italiani e presenziera' come sempre alla rassegna militare. Per ragioni di sobrieta' e di attenzione al momento di crisi economico - sociale che larghe fasce di popolazione tuttora attraversano, anche quest'anno non avra' invece luogo il tradizionale ricevimento del 1* giugno riservato alle autorita' istituzionali, a esponenti della societa' civile e ai Capi missione delle Rappresentanze Diplomatiche in Italia''. E' quanto si legge in una nota del Quirinale.

''Nel pomeriggio del 2 giugno saranno peraltro aperti, come di consueto, ai cittadini i giardini del Quirinale. Nei capoluoghi di provincia, le Prefetture renderanno omaggio in termini strettamente istituzionali alla ricorrenza della Festa della Repubblica'', conclude il comunicato.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Milano Moda, l'uomo disinvolto e sicuro di Armani
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa