domenica 26 febbraio | 11:28
pubblicato il 02/giu/2014 14:56

2 giugno: Grasso tra selfie, firme copia Costituzione e 'forti emozioni'

2 giugno: Grasso tra selfie, firme copia Costituzione e 'forti emozioni'

(ASCA) - Roma, 2 giu 2014 - Una rockstar forse avrebbe fatto meno autografi, su foglietti di carta, bandiere e cappellini, e non sarebbe stata oggetto di migliaia di scatti fotografici, tra macchine tradizionali, telefonini e gli ormai immancabili selfie. Il presidente del Senato, Pietro Grasso e' stato invece protagonista di un vero bagno di folla e di entusiasmo cittadino in cui - accompagnato dalla moglie Maria Fedele - si e' immerso al termine della parata del 2 giugno, tornando a Palazzo Madama per incontrare i visitatori del Senato, oggi aperto in occasione della Festa della Repubblica.

Grasso, nel corso del suo tour che si e' prolungato per circa un'ora e mezza tra alcune sedi senatoriali - dalla biblioteca di via della Maddalena a Palazzo Madama a Palazzo Giustiniani -, si e' intrattenuto non solo con i visitatori del Palazzo ma anche con i gruppi di turisti che, riconosciutolo, lo hanno fermato per una foto. Ma la cosa che ha forse richiesto piu' impegno fisico, se cosi' si puo' dire, sono state le centinaia, se non migliaia di firme che, sempre di buon grado e con il sorriso sulle labbra, ha apposto non solo sulle copie della Costituzione che venivano consegnate ai visitatori del Palazzo - ''La vera firma pero' non e' la mia, ma quella di Enrico De Nicola'' ha sempre tenuto a precisare - ma anche sulle magliette, sulle bandiere italiane (in stoffa e in plastica), sui cappellini bianchi di persone evidentemente reduci dalla parata. Un impegno che non ha distolto il presidente dal suo innato senso dell'umorismo: ''Mi avete esaurito la penna!'' si e' 'lamentato' rivolgendosi a un gruppo di studenti all'interno della biblioteca. E' proprio nella biblioteca (situata a due passi dal Pantheon e prima tappa del giro) che Grasso e' stato raggiunto dalla moglie, dove la signora Maria, visto il marito cosi' impegnato a rilasciare autografi, ha voluto mettere alla prova il livello di attenzione e controllo del consorte. Cosi', dopo aver chiesto allo staff del presidente una copia della Costituzione. ''per vedere se si accorge chi ha davanti quando firma'', si e' avvicinata al marito, che ha brillantemente superato la 'prova', visto che, con un sorriso complice e quasi senza alzare lo sguardo ha mormorato: ''Io mi accorgo di tutti...''.

Ci sono state poi le foto, che un presente ma nello stesso tempo discreto servizio di sicurezza ha ampiamente permesso.

Migliaia di scatti - con i visitatori e i turisti - fra i quali non potevano mancare i selfie (in sostanza un autoscatto che immortala il proprietario del telefonino e in questo caso la seconda carica dello Stato). Grasso si e' fermato a parlare con i cittadini ogni volta che ne ha avuto occasione. Sia con la gente in fila fuori Palazzo Madama - stringendo le mani ha chiesto scusa per l'attesa - che con coloro che ha trovato in attesa gia' all'interno del Senato. ''Grazie a tutti - ha ripetuto - vi sento dentro il Palazzo, vicini a me''. Nel suo giro per Palazzo Madama e Palazzo Giustiniani - dalla sala Maccari al Transatlantico (dove ha ascoltato l'esibizione dei alunni del liceo musicale della Farnesina di Roma) all'aula e dalla sala della Costituzione alla sala Zuccari - Grasso si e' soffermato anche con dipendenti e funzionari del Palazzo, cui si e' rivolto con un: ''Buona festa anche a voi che lavorate''. Al gruppo di visitatori che ha incrociato nell'emiciclo di Palazzo Madama Grasso, dopo aver spiegato che ''io siedo li''' indicando lo scranno della presidenza, ha detto: ''Io spero di lavorare per voi. E questa vostra presenza ci unisce in questo unico obiettivo.

Qui e' dove la democrazia spera di realizzare i suoi lavori''. Una delle ultime sale che il presidente si e' recato a visitare e' stata quella denominata 'della Costituzione', a Palazzo Giustiniani, dove e' esposto l'originale della nostra Carta, con le firme originali. ''Che dire - ha confessato Grasso rivolto ai visitatori presenti - ogni volta che entro qui provo una forte emozione. Mi emoziono tantissimo''.

fdv/njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Lavoro
Renzi: ruolo Stato non è offrire reddito ma lavoro di cittadinanza
Pd
Orlando: mi candido per guidare il Pd, non contro qualcuno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech