martedì 28 febbraio | 02:30
pubblicato il 01/set/2014 14:34

* Renzi: "finora rispettati tutti gli annunci su riforme"

"Altro che malattia dell'annuncio..." (ASCA) - Roma, 1 set 2014 - Matteo Renzi rivendica di aver rispettato finora tutte le scadenze indicate sulle riforme, respingendo ancora una volta l'accusa di fare solo annunci. "Ho giurato il 22 febbraio - ha ricordato in conferenza stampa - e poi ho riforma del lavoro a marzo: il dl e' legge, la delega e' in discussione in Parlamento, speriamo ok il prima possibile, magari entro l'anno; ad aprile abbiamo detto P.A., il 13 giugno il dl che e' diventato legge e la delega che parte ora in commissione del Senato; a maggio diciamo semplificazione ficale e partono i provvedimenti; a giugno abbiamo detto giustizia, e ora linee guida e ddl; riforme costituzionali ok in prima lettura, l.

elettorale ok in prima lettura alla Camera". Insomma, conclude, "se questa e' la malattia degli annunci, sono felice di essere giudicabile voce per voce e il sito che inauguriamo oggi e' lo strumento perche' i cittadini possano verificare".

Rea/Adm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech