domenica 19 febbraio | 18:11
pubblicato il 26/set/2014 13:43

* Cei: bene che Papa alza tiro, ma pedofilia non solo in Chiesa

Galantino: agenzie di viaggio organizzano "turismo sessuale" (ASCA) - Citta' del Vaticano, 26 set 2014 - Il caso dell'ex nunzio apostolico Jozef Wesolowski, cosi' come quello del vescovo paraguayano rimosso Rogelio Ricardo Livieres Plano, dimostrano che sul tema della pedofilia grazie a Papa Francesco "si alza il tiro", ma bisogna sottolineare che la pedofilia non e' solo un problema della Chiesa e, anzi, gli Stati fanno ben poco per contrastarla, come dimostrano i pacchetti organizzati dalle agenzia di viaggio per "turismo sessuale". E il commento di mons.

Nunzio Galantino, segretario generale della Conferenza episcopale italiana.

"La Chiesa con grande coraggio sta dicendo cosa bisogna fare di fronte a questa piaga", ha detto il vescovo pugliese nella conferenza stampa che ha concluso il consiglio peiscopale permanente, ma e' sbagliato "pensare che sia un problema della Chiesa, dei preti, dei vescovi". La Chiesa, ha dett Galantino, "fa bene a guardarsi all'interno, e sicuramente andra' avanti, ma stiamo attenti a non favorire zone franche". Quello che ha fatto nei giorni scorsi Papa Francesco - ha detto il segretario della Cei menzionando espressamente il caso Wesolowski e il caso Livieres - "si pone in chiarissima continuita' con quanto fatto da Giovanni Paolo II e Benedetto XVI", il cui approccio il Papa argentino "ha portato ad esecuzione", tanto che "il tiro si aza in maniera bella e chiara". Cio' dimostra che, da parte della Chiesa, "non c'e' nessuna volonta' di coprire o rimandare". E se in passato "per un malinteso senso di prudenza qualche volta e' accaduto che si pensasse di risolvere il problema spostando" un prete accusato di abusi sessuali da una parrocchia all'altra, oggi la Chiesa ha voltato pagina. Ma "in Italia", ad esempio, "esiste quello che enfaticamente viene chiamato turismo sessuale" e che "sappiamo essere pedofilia" e "cosa hanno fatto tutte le organizzazioni? NIente! Le agenzia continuanao a organizzare viaggi e li mettono nel fatturato. Non se ne parla proprio!". Per Galantino, "in mezzo ai preti c'e' qualche pedofilo", ma "io aspetto il giorno in cui altre categorie prenderanno provvedimenti, in cui i governi interverranno", perche' "sono tutti felici se un prete, meglio se vescovo, viene arrestato, anche noi, ma mi chiedo se lo stesso accada nel resto della societa'".

Ska

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Sinistra
Scotto lascia Si: non serve partito ma nuovo centrosinistra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia