mercoledì 27 luglio | 13:22
pubblicato il 26/gen/2016 13:47

Repubblica ceca convoca summit gruppo Visegrad su crisi migranti

Il prossimo 15 febbraio a Praga

Repubblica ceca convoca summit gruppo Visegrad su crisi migranti

Praga, 26 gen. (askanews) - La Repubblica ceca, che ha la presidenza di turno del gruppo di Visegrad, ha invitato oggi gli altri Paesi membri, Ungheria, Polonia e Slovacchia, a un summit sulla crisi migratoria il 15 febbraio prossimo a Praga.

"La Repubblica ceca convocherà un summit straordinario dei paesi del V4 per il 15 febbraio", ha dichiarato il primo ministro Bohuslav Sobotka, precisando che la crisi migratoria sarà tema centrale della riunione.

I quattro paesi del gruppo di Visegrad si oppongono al sistema di ripartizione delle quote dei rifugiati proposte dalla Commissione europea e chiedono con insistenza un rafforzamento delle frontiere della zona Schengen e altre misure per ridurre drasticamente l'afflusso di migranti in Europa.

Secondo l'Organizzazione internazionale sulle migrazioni, più di un milione di migranti è arrivato in Europa nel 2015, la maggior parte proveniente da Siria, Iraq e Afghanistan.

(fonte afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Rio 2016
Rio 2016. Gamba: dati imbrogli Russia evidentemente non così certi
Russia-Turchia
Gas, Ankara: progressi su progetto gasdotto Turkish Stream
Usa 2016
Cremlino dopo sospetti Obama torna a smentire legami con Trump
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sanità, innovazione tecnologica decisiva per sviluppo sistema
Motori
Auto, agli italiani non piace la decappottabile
Enogastronomia
Un mln enoturisti per Calici in festa: più controlli e sicurezza
Turismo
Globe shopper preferiscono Sardegna, vendite tax free + 42%
Energia e Ambiente
Rinnovabili, Enerray si aggiudica bando Enel Gp in Brasile
Sostenibilità
Enel riconfermata nell'indice Ftse4Good
TechnoFun
Novità su Instagram: ora suggerisce anche i video
Scienza e Innovazione
L'aereo solare Solar Impuse 2 ha terminato il giro del mondo
Sistema Trasporti
Renzi: il 22/12 Salerno-Reggio pronta, non si ride più di Italia