sabato 30 luglio | 14:53
pubblicato il 19/ott/2015 11:42

Propatria Festival, giovani talenti romeni premiati a Roma

Una ginnasta, un'attrice e un musicista hanno vinto quinta edizione

Propatria Festival, giovani talenti romeni premiati a Roma

Roma, 19 ott. (askanews) - Musica, recitazione, canto e danza. La serata finale del Festival Internazionale Propatria "Giovani Talenti Romeni" ha incoronato i vincitori del 2015, gli under 30 più talentuosi della diaspora romena. I concorrenti provenienti da Italia, Moldavia, Francia, Austria, Belgio, Germania, Spagna e Olanda si sono "affrontati" con un obiettivo: dare della Romania un'immagine fresca e vera. Per questo l'ambasciatore di Romania in Italia, Dana Constantinescu, li ha voluti definire "giovani ambasciatori di Romania".

"Siamo arrivati alla quinta edizione, il Propatria è ormai una tradizione. La sua importanza sta nel fatto che fa conoscere la comunità romena da un'altra prospettiva, dal punto di vista dei giovani romeni talentuosi che lavorano moltissimo per arrivare a questi risultati e ci mettono tutto il cuore e la determinazione - ha spiegato l'ambasciatore al termine della serata che ha concluso tre settimane di spettacoli e manifestazioni a Roma - Io li considero dei colleghi, perché ci rappresentano così bene: li chiamo i giovani ambasciatori della Romania".

Quest'anno sono stati assegnati tre diplomi di eccellenza. Il primo alla 18enne Emanuela Ionica, giovane cantautrice, voce ufficiale di Violetta in Italia e doppiatrice di film famosi come "Storia di una ladra di libri". "Sono onorata di essere condiderata un talento e di rappresentare la Romania perché faccio quello che amo - ha dichiarato - E quest'anno ho avuto la possibilità di farlo anche in romeno: ad agosto 2015 ho recitato in un film in Romania, un'esperienza meravigliosa, la prima sul set. Recitare in romeno è stato un sogno, mi ha permesso di fare quello che voglio e di scoprire la Romania dove non tornavo da quando avevo 3 anni".

Altro diploma di merito è andato a Ghenadie Rotari, musicista moldavo, virtuoso della fisarmonica che vive a Trieste che ha incantato la giuria con un'esecuzione di "Omaggio ad Astor Piazzolla" di Zubitsky. Altro premio alla ginnasta romena plurimedagliata e alle sue allieve di Cerveteri, Elena Constantin, che ha presentato una coreografia dedicata alla Romania e all'Italia e all'unione delle due culture.

Il premio speciale "Romania nel cuore" creato e accordato dal direttore artistico del Festival, Catalina Diaconu, docente di pianoforte presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma, è stato assegnato alla giovane pianista Cosmina Dumitrescu, nata a Craiova nel 2004 e che ha studiato tra la Romania, la Spagna e l'Italia. "E' molto bello rappresentare la Romania in un contesto di arte e di musica. E' bello andare in Paesi stranieri e poter dire con piacere achi me lo domanda che vengo dalla Romania, il mio Paese".

La manifestazione, nata per promuovere l'immagine autentica della Romania, soprattutto per incoraggiare i giovani talenti romeni che vivono all'estero, e per premiare coloro che hanno ottenuto risultati a livello di eccellenza in vari settori dell'arte, della scienza o dello sport, quest'anno ha aperto le porte anche alle altre culture presenti nella capitale, dando vita a molti spettacoli interculturali.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turchia
Turchia, capo forze Usa in M.O.: nessun coinvolgimento in golpe
Papa
Papa alla Chiesa polacca: non ergersi sui piedistalli del potere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Lorenzin: nuovi manager sanità scelti per efficienza, età e titoli
Motori
Audi R8 Spyder V10, al via la prevendita in Italia
Enogastronomia
Minimalismo e creatività in cucina con Luigi Taglienti a Lume
Turismo
Franceschini: Piano Strategico Turismo rilancia Italia nel mondo
Energia e Ambiente
Enel, Starace: ottimisti sui risultati, alziamo target 2016
Sostenibilità
Cooperazione, Braga: sviluppo ambientale cruciale per l'Africa
TechnoFun
Su Facebook arrivano i video di compleanno personalizzati
Scienza e Innovazione
Beast technologies, il fitness tracker per un "fisico bestiale"
Moda
Marta Marzotto, da mondina a dama dei salotti e musa di Guttuso