Header Top
Logo
Giovedì 27 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • nos
  • Exomars, il lander Schiaparelli arrivato su Marte. Renzi: orgoglio italiano

colonna Sinistra
Mercoledì 19 ottobre 2016 - 19:07

Exomars, il lander Schiaparelli arrivato su Marte. Renzi: orgoglio italiano

Re
20161019_190652_0AFB5D50

Milano, 19 ott. (askanews) – Il lander Schiaparelli della sonda spaziale europea Exomars, missione dell’Esa (European space agency) a guida italiana, stando alla timeline nominale, dovrebbe essere atterrato su Marte. In un tweet, l’Esa ha dichiarato che la discesa su Marte è stata portata a termine ma la conferma definitiva dell'”ammartaggio” è attesa solo dopo le 18.30, ora italiana, quando il centro di controllo di Darmstadt, in Germania riceverà il pacchetto di dati in arrivo dalla sonda.

“Ã? un momento storico e l’Italia è veramente orgogliosa”, ha commentato il presidente dell’Agenzia spaziale italiana, Roberto Battiston. “Io sono orgoglioso per l’Agenzia spaziale italiana che ha guidato questo sforzo in questi anni, del fatto che abbiamo contribuito in modo decisivo a portare questa missione su Marte, a proporla e ad analizzare i dati dei nostri strumenti: la stazione meteorologica che è su Schiaparelli e lo strumento che ha misurato durante la discesa i dati ambientali di pressione e temperatura; due strumenti che daranno informazioni essenziali per capire che tutto è andato per il verso giusto per preparare la missione del 2020 che avrà tra i suoi strumenti quello dedicato alla ricerca della vita”.

Su Twitter Renzi a sua volta ha scritto: “L’Europa arriva su Marte con una missione a guida italiana. Trepidazione e orgoglio”.

Su Facebook, il premier ha poi aggiunto: “La visita di stato negli Usa si conclude con la visita al cimitero di Arlington. Oggi ripartiamo per l’Italia, dopo le emozioni della giornata di ieri. Ma intanto il nostro Paese vive un’altra pagina di orgoglio. L’Europa infatti arriva su Marte, con una missione a leadership italiana e la sonda Schiaparelli.

Un grande sogno europeo, reso possibile dalla straordinaria qualità dei ricercatori italiani che ho incontrato qualche giorno fa a Torino. Viva chi ci prova, viva chi si mette in gioco, viva chi innova”, conclude.

Int9

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su