lunedì 27 febbraio | 10:56
pubblicato il 19/ott/2016 09:41

Putin oggi a Berlino per colloqui decisivi su Siria e Ucraina

Prima formato Normandia, poi summit siriano con Hollande e Merkel

Putin oggi a Berlino per colloqui decisivi su Siria e Ucraina

Berlino, 19 ott. (askanews) - Il presidente russo Vladimir Putin sarà oggi a Berlino per un vertice in formato "Normandia" sulla crisi in Ucraina, a un anno dall'ultimo incontro. Un vertice a cui parteciperanno anche la cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente francese Francois Hollande e il capo di Stato ucraino Petro Poroshenko. Con Merkel e Hollande, Putin avrà poi un summit chiave sulla crisi in Siria, in un clima di grande tensione tra la Russia e gli occidentali per il sostegno di Mosca al regime di Bashar al Assad e per i pesanti bombardamenti russi su Aleppo Est.

L'incontro tripartito sulla Siria avrà luogo a poche ore dall'inizio della tregua umanitaria annunciata per consentire la distribuzione di aiuti e il soccorso a malati e feriti ad Aleppo. Secondo una fonte francese, si tratta di "consegnare tutti lo stesso messaggio a Vladimir Putin sulla Siria: occorrono un cessate il fuoco duraturo su Aleppo e un accesso umanitario". Insomma, per gli occidentali, l'annunciata tregua di otto ore di domani è solo un primo passo "insufficiente". Tuttavia, Angela Merkel, che non si attende "miracoli" dall'incontro con Putin e Hollande sulla Siria, ha notato che la questione delle sanzioni alla Russia in rappresaglia ai bombardamenti di Mosca "non può essere tolta dal tavolo" dei colloqui di oggi. In generale, secondo la cancelliera, "nessuna opzione, neppure quella delle sanzioni, può essere esclusa". Ma "la priorità" è "cercare di ridurre la sofferenza della persone in qualche modo" e questo sarà "uno dei temi" in discussione oggi nella capitale tedesca.

Al vertice di Berlino guarderanno con interesse anche gli americani, che ieri si sono detti scettici nei confronti del cessate il fuoco temporaneo annunciato dalla Russia ad Aleppo, anche se Washington ha comunque accolto con favore lo stop dei bombardamenti nella città devastata dalla guerra civile. "E' troppo presto per dire quanto sia autentico e quanto durerà. Abbiamo già visto questo tipo di impegni e promesse, poi non rispettati", ha commentato il portavoce del dipartimento di Stato john Kirby alla Cnn.

(con fonte Afp) (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech