martedì 17 gennaio | 08:43
pubblicato il 18/ott/2016 09:54

Pinotti: da Libia mai una richiesta di nostro intervento militare

"Ritengono che la gestione della sicurezza debba essere loro"

Pinotti: da Libia mai una richiesta di nostro intervento militare

Roma, 18 ott. (askanews) - Un coinvolgimento dei militari italiani nella lotta all'Isis in Libia è escluso. "Né al momento, né per tutte le interlocuzioni che ho avuto con i libici fino ad oggi, ci sarà una richiesta del genere da parte della Libia, che ha un popolo diviso ma molto orgoglioso e che ritiene che la gestione della sicurezza sul proprio territorio debba essere fatta dai soldati libici", ha confermato il ministro della Difesa Roberta Pinotti, intervenendo ad Agorà su Rai 3.

"In Libia noi facciamo un'altra cosa", ha commentato Pinotti. "Stiamo curando i feriti per la ripresa di Sirte. Insieme all'Europa cominceremo ad addestrare la guardia costiera libica che dovrebbe essere quella in grado di presidiare le coste. Noi abbiamo messo i medici nella terra di Libia e abbiamo una stella polare per quello che riguarda tutte le missioni internazionali, facciamo le cose che ci vengono richieste quando riteniamo che siano utili. In questo caso la Libia ci ha detto 'l'Isis in terra libica lo combattiamo noi', e lo stanno facendo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello