giovedì 19 gennaio | 15:00
pubblicato il 29/nov/2016 14:46

Iraq, Usa: rimosse 21 tonnellate di mine da zone liberate da Isis

Operazione finanziata da ambasciata statunitense a Baghdad

Iraq, Usa: rimosse 21 tonnellate di mine da zone liberate da Isis

Roma, 29 nov. (askanews) - Oltre 21 tonnellate di mine e ordigni inesplosi sono stati ritrovati e bonificati nelle aree liberate dai jihadisti dello Stato Islamico (Isis) nella provincia irachena al Anbar. Ad annunciarlo oggi con un comunicato è l'ambasciata statunitense a Baghdad che per l'esecuzione delle operazioni di bonifica iniziate a maggio ha sottoscritto un contratto con la società Janus Global Operations. Lo riporta il sito on line della tv satellitare Rudaw.

"Gli sforzi compiuti a partire da maggio e fino al 27 novembre hanno portato alla rimozione di 21.248.596 chilogrammi di materiali esplosivi, quali mine, obici inesplosi, munizioni, ordigni e materiali esplosivo di produzione locale", ha detto l'ambasciata Usa in un comunicato precisando che l'area teatro delle operazioni di sminamento "è di 2.596 metri quadrati.

Dal giugno 2014, gran parte delle città della provincia sunnita di al Anbar è stata sotto il controllo del Califfato nero, poi liberata gradualmente dalle forze irachene.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, molti batteri presenti nel neonato vengono dalla madre
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Allarme Clima, il 2016 è stato l'anno più caldo di sempre
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Cern, LHC: Federico Antinori (Infn) responsabile esperimento Alice
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale