lunedì 23 gennaio | 00:20
pubblicato il 30/nov/2016 16:47

Iraq, Unicef: metà bambini Mosul senza acqua

Roma, 30 nov. (askanews) - U A Mosul circa la metà di tutti i bambini e le loro famiglie non hanno più accesso all'acqua pulita, dopo che, a causa del conflitto, è stata distrutta una delle principali condutture idriche.

Il danno nella conduttura - una delle tre principali per il rifornimento d'acqua dei civili nella parte orientale di Mosul - si trova in zone della città ancora sotto il controllo del cosiddetto Stato Islamico (ISIL), rendendo quindi impossibile una riparazione rapida.

"I bambini e le loro famiglie a Mosul stanno affrontando una situazione terribile. Non corrono solo il rischio di venire uccisi o feriti nei combattimenti a fuoco, ma adesso oltre mezzo milione di persone non ha acqua potabile", ha dichiarato Peter Hawkins, Rappresentante dell'UNICEF in Iraq.

Le autorità irachene stanno attualmente trasportando acqua verso la parte orientale di Mosul, ma questi rifornimenti non bastano a coprire i bisogni dei residenti.

(Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4