giovedì 29 settembre | 20:39
pubblicato il 07/mar/2016 19:59

Tunisia, almeno 28 i morti in uno scontro a fuoco a Ben Guerdane

Assaltata caserma, tra le vittime civili anche un bambino

Tunisia, almeno 28 i morti in uno scontro a fuoco a Ben Guerdane

Milano, (askanews) - Almeno 28 morti in Tunisia, nello scontro a fuoco località tunisina di Ben Guerdane, nei pressi del confine libico, dove un commando di uomini armati ha preso d'assalto una caserma.

Almeno 21 degli estremisti sono stati uccisi dalle forze di sicurezza tunisine, che ne ne hanno feriti e catturati altri sei; sul terreno sono rimasti anche un militare e due poliziotti, mentre le vittime civili sono almeno quattro, fra cui un bambino di dodici anni.

Mercoledì scorso almeno cinque presunti terroristi sono stati uccisi in una sparatoria con la polizia avvenuta nella stessa località.

Le autorità tunisine hanno ordinato il coprifuoco notturno a Ben Guerdane. Chiuso il valico di frontiera di Ras Jedir e la strada principale che collega Ben Guerdane a Zarzis e al resto del Paese.

(immagini Afp)

Gli articoli più letti
Berlusconi
Cremlino: Putin fa "calorosi" auguri all'amico Silvio Berlusconi
Usa
Usa, Obama: Congresso ha fatto "un errore" a scavalcare il veto
Nordcorea
Soldato Nordcorea diserta, attraversa a piedi confine con il Sud
Siria
Siria, Cremlino: continueremo raid su Siria "contro terroristi"
Altre sezioni
Salute e Benessere
A Roma arriva la Tac più veloce al mondo, radiazioni ridotte del 90%
Enogastronomia
Il 9 ottobre in Valtenesi torna Profumi di mosto
Start Up
Al via campagna crowdfounding a sostegno del progetto Ethicjobs
Motori
La Ferrari svela la Gtc4Lusso T, a Parigi l'anteprima mondiale
Turismo
Bit 2017: Milano punta a riconquistare la leadership nel Turismo
Moda
Moda, a Parigi sfila Yves Saint Laurent in versione Vaccarello
Sistema Trasporti
Fs, piano industriale da 94 miliardi di investimenti in 10 anni
Scienza e Innovazione
Kenya, da cacciatori a custodi di leoni: masai sempre guerrieri
Lifestyle e Design
Nautica, Baglietto: investimenti per 12 mln entro il 2020