mercoledì 29 giugno | 03:54
pubblicato il 12/gen/2016 12:27

Siria, Onu: sofferenze abitanti Madaya "senza precedenti"

Rappresentante Nazioni Unite: abbiamo visto cose orribili

Siria, Onu: sofferenze abitanti Madaya "senza precedenti"

Ginevra, 12 gen. (askanews) - Le sofferenze nella città siriana assediata di Madaya sono "senza precedenti" rispetto a quanto hanno potuto verificare i lavoratori delle Ong nel resto del Paese. Lo ha detto un responsabile delle Nazioni Unite che si è recato nella città. "Quel che abbiamo visto era abbastanza orribile, non c'era vita. Era tutto molto calmo. Rapporti credibili affermano che della gente è morta di fame (...) Quel che abbiamo visto a Madaya non ha precedenti (...) in altre aree della Siria" ha detto in teleconferenza da Damasco il rappresentante dell'alto commissariato Onu per i rifugiati, Sajjad Malik.

(fonte Afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turchia-Russia
Turchia: pronti a risarcire Russia per aereo abbattuto in Siria
Immigrati
Frontex: migranti s'avventurano su pericolosa rotta Egitto-Italia
Usa- Russia
Russia: molestie a diplomatici Usa? Propaganda, non vale risposta
Brexit
Urla, fischi, applausi, a europarlamento dibattito teso su Brexit
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robotica, con progetto DeTOP protesi arti superiori più sensibili
Motori
Alfa Romeo, consegnate in Italia le prime sei Giulia
Enogastronomia
IMT, al via campagna "Red marine Wine" sul rosso Conero
Made in Italy
Tutti in Vespa, il mega Raduno di 900 vespisti è a Popoli
Turismo
Alpitour e Viva puntano su Bahamas, italiani in volo ai Caraibi
Lifestyle e Design
Brividi sul fiume Nera, il rafting con la GoPro
Energia e Ambiente
Infn, in volo sull'Umbria per mappare radioattività del territorio
Start Up
Startup, accordo tra Invitalia, Federmanager e Manageritalia

Roma, 28 giu. (askanews) - Diffondere la cultura imprenditoriale. Questo è l'obiettivo del protocollo d'intesa firmato a Roma da Domenico Arcuri, amministratore delegato di...

Scienza e Innovazione
Spazio, con Closeye tecnologia italiana controllo Mediterraneo