lunedì 27 febbraio | 17:09
pubblicato il 10/gen/2017 21:38

Italia apre alla Russia e Alfano rilancia: obiettivo rientro nel G8

Così il ministro degli esteri dopo suo intervento a Onu

Italia apre alla Russia e Alfano rilancia: obiettivo rientro nel G8

New York, 10 gen. (askanews) - Dalle Nazioni Unite, nel corso della sua prima visita come ministro degli Esteri italiano, Angelino Alfano, apre alla Russia. "Guardiamo all'obiettivo di un ritorno al G8, ma non è detto che ci sia la possibilità di arrivarci entro maggio", ha detto Alfano facendo riferimento al G7 di Taormina che si svolgerà il 26 e 27 maggio e al quale Mosca non parteciperà. Il ministro riprende le parole del premier Paolo Gentiloni che nel corso della sua visita a Parigi dove ha visto il presidente Francois Hollande ha ribadito che è sbagliato andare ancora verso una contrapposizione da guerra fredda.

Parlando con i giornalisti a margine del suo intervento al Consiglio di sicurezza, nell'anno in cui l'Italia è membro non permanente, Alfano ha aggiunto che i rapporti tra Stati Uniti e Russia si trovano "nel loro momento peggiore" dalla fine della Guerra fredda. Il ministro ha poi aggiunto che l'Italia si augura che la questione si possa risolvere. Ma sulle sanzioni - che gli Stati Uniti stanno spingendo per inasprire - mostra fermezza, sostenendo che "non devono essere una procedura automatica, e che devono essere uno strumento e non il fine".

Riuscire a portare Mosca a Taormina, per Alfano, sembra al momento difficile. Infatti devono prima essere cancellate le sanzioni per l'invasione della Crimea e per la questione Ucraina. Troppo presto perché prima "bisogna partire dalla valutazione dell'implementazione degli accordi di Minsk".

Ma oltre alla Russia, Alfano ha parlato dei temi presentati sul tavolo del Consiglio di sicurezza, per i quali l'Italia si batterà nel corso di quest'anno. La Libia, l'emergenza migranti e il Mediterraneo, temi "che devono avere un ruolo centrale nell'agenda globale". Proprio sulla Libia, Alfano ha ribadito che è priorità non solo dell'Italia ma anche dell'Europa "che ha interesse enorme nello stabilizzare" il Paese.

Infine parlando della nuova amministrazione guidata da Donald Trump, Alfano non ha dubbi: ""Ho speranza nella nuova amministrazione Trump". E aggiunge: "Non ho espresso giudizi preventivi nel corso della campagna elettorale e adesso mi auguro che sia una grande amministrazione che lavori per la pace e per lo sviluppo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Iraq
Iraq, forze irachene conquistano un ponte sul Tigri a Mosul
Brexit
Gb, Camera dei Lord in rotta di collisione con governo su Brexit
Oscar 2017
Siria, Oscar a documentario su Caschi bianchi: "Fermate la guerra"
Oscar 2017
Iran: orgogliosi dell'Oscar a Farhadi e della sua assenza in Usa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech