sabato 21 gennaio | 12:03
pubblicato il 10/gen/2017 17:29

Ambasciatore Perrone: Libia pronta a lavorare con noi su migranti

Oggi riapertura sede a Tripoli. "Traffico danneggia noi e loro"

Ambasciatore Perrone: Libia pronta a lavorare con noi su migranti

Roma, 10 gen. (askanews) - La Libia "è consapevole della gravità" del traffico di migranti che passa sul suo territorio e che dalle sue coste si dirige verso l'Europa ed "è pronta a lavorare" con l'Italia per trovare misure concrete di contrasto. Lo ha dichiarato l'ambasciatore Giuseppe Perrone in un'intervista a Rai News nella giornata in cui è stata riaperta a Tripoli l'ambasciata italiana, al momento unico presidio diplomatico occidentale a riaprire i battenti in Libia.

"Le autorità libiche sono estrememante consapevoli della gravità del problema sia per i Paesi di destinazione che per quelli di transito. Questo traffico di esseri umani attenta alla stabilità della Libia stessa a causa del sistema di connivenze che si crea nel territorio - ha spiegato Perrone - C'è una rinnovata volontà di combattere questo fenomeno che va tradotta in azioni concrete. Questo è l'obiettivo della collaborazione tra Italia e Libia per combattere questo traffico che attenta alla stabilità di entrambi i Paesi con mezzi comuni.

L'ambasciatore Perrone ha sottolineato il clima favorevole riscontrato tra la popolazione e le istituzioni locali e il grande sforzo del governo Al Serraj nell'estendere l'autorità su tutto il territorio dopo la ritirata delle milizie fedeli all'Isis. "L'accoglienza delle autorità e della popolazione è stata straordinaria. La cerimonia di presentazione delle credenziali è stata molto suggestiva, le aspettative della popolazione di Tripoli, che per lungo tempo è stata abituata a un isolamento internazionale, è stata di grande apprezzamento nei confronti dell'Italia che ha deciso di fare questo passo per testimoniare il sostegno al popolo libico e alle autorità che stanno cercando di stabilizzare il Paese e reintegrare la Libia nel contesto internazionale".

Tra le altre priorità indicate da Perrone anche il rafforzamento delle istituzioni democratiche in Libia: "C'è uno sforzo continuo del governo di Tripoli per estendere la propria autorità sul territorio. E' importante completare la riconciliazione nazionale e trovare un percorso di sviluppo comune che possa rafforzare le istituzioni democratiche per far sì che la Libia torni a crescere".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Usa
Melania Trump s'ispira a Jacqueline Kennedy per la mise dell'insediamento
Usa
Melania Trump veste Ralph Lauren, come Hillary in campagna
Siria
Siria, accordo tra Putin e Assad per ampliare la base di Tartus
Usa
Da Washington a Trump, il giuramento dei 45 presidenti degli Stati Uniti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4