Header Top
Logo
Lunedì 6 Luglio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Taiwan, premier Cina non chiude a “riunificazione pacifica”

colonna Sinistra
Giovedì 28 maggio 2020 - 12:49

Taiwan, premier Cina non chiude a “riunificazione pacifica”

Ma ribadisce: no a forze che vogliono l'indipendenza
Taiwan, premier Cina non chiude a “riunificazione pacifica”

Roma, 28 mag. (askanews) – La Cina respinge pulsioni indipendentiste a Taiwan, ma non chiude alla possibilità di una “riunificazione pacifica”. L’ha affermato il primo ministro Li Keqiang nella conferenza stampa finale della sessione annuale del Congresso nazionale del popolo a Pechino.

Li, nel discorso introduttivo di lavoro, nel prammatico riferimento a Taiwan aveva tuttavia omesso di citare l’aggettivo “pacifico” accanto alla parola “riunificazione”, segnalando un approccio più duro rispetto a Taipei, dopo che è stato inaugurato il secondo mandato della presidente Tsai Ing-wen, sgradita a Pechino perché considerata orientata all’indipendenza.

Nel respingere le “forze indipendentiste” e le interferenze esterni (da leggere: Stati uniti), il premier ha detto che Pechino rimane vincolato al consenso del 1992 sull'”Unica Cina” (principio ambiguo, perché che ognuna delle due sponde dello Stretto si riconosce come “Unica Cina”).

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su