Header Top
Logo
Martedì 2 Giugno 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Libia, Salamé: libici non sono pronti ad accettare truppe straniere

colonna Sinistra
Martedì 21 gennaio 2020 - 13:59

Libia, Salamé: libici non sono pronti ad accettare truppe straniere

Inviato Onu: più importante arrivare a cessate il fuoco permanente
Libia, Salamé: libici non sono pronti ad accettare truppe straniere

Roma, 21 gen. (askanews) – L’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Libia, Ghassan Salamé, ha ribadito oggi la sua contrarietà al dispiegamento di una forza internazionale per il mantenimento della pace nel Paese nordafricano. “Non vi è alcuna accettazione delle truppe straniere in Libia. Non vedo la comunità internazionale disposta a inviare truppe”, ha spiegato in un’intervista alla Welt ripresa dai principali organi di stampa tedeschi, dopo la conclusione della Conferenza di Berlino.

Secondo Salamé è più importante convertire l’attuale tregua in un cessate il fuoco permanente. Tuttavia – ha precisato – non sono necessari Caschi Blu dell’Onu per raggiungere questo obiettivo, ma solo un piccolo numero di osservatori militari.

L’inviato dell’Onu ha comunque descritto come un successo la conferenza di Berlino. “Il mio obiettivo”, ha detto, “era quello di mettere gli altri paesi partecipanti al tavolo. Abbiamo fatto molto lì, nonostante le grandi difficoltà”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su