Header Top
Logo
Mercoledì 22 Gennaio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Presidente ceco deluso da investimenti Cina, diserta summit Pechino

colonna Sinistra
Lunedì 13 gennaio 2020 - 18:07

Presidente ceco deluso da investimenti Cina, diserta summit Pechino

Zeman era considerato uno degli alleati più strenui nella regione
Presidente ceco deluso da investimenti Cina, diserta summit Pechino

Roma, 13 gen. (askanews) – Il presidente ceco Milos Zeman, grande sostenitore dell’apertura alla Cina dei paesi dell’Europa centrale e orientale, non prenderà parte all’atteso summit 17+1 a Pechino perché si è detto deluso dagli investimenti di Pechino.

“Non penso che la parte cinese abbia fatto quello che aveva promesso. Parlo di investimenti”, ha detto Zeman secondo quanto riferito dal quotidiano Blesk e ripreso dal South China Morning Post.

A rappresentare la Repubblica ceca al summit sarà il vicepremier Jan Hamacek.

Praga apparentemente si sta smarcando da un approccio che ha caratterizzato negli ultimi anni la politica dei cosiddetti Quattro di Visegrad (Ungheria, Slovacchia, Polonia e, appunto, Repubblica ceca), di grande apertura verso Pechino.

Anzi, la visita in corso oggi del sindaco di Taipei Ko Wen-je, arrivato a firmare un nuovo gemellaggio con Praga, crea ulteriore tensione con la Cina.

Un personaggio chiave in questa svolta anti-cinese pare essere stato il sindaco di Praga, Zdenek Hrib, che ha in passato lavorato a Taiwan, il quale ha annunciato lo scorso anno l’intenzione di annullare il gemellaggio con Pechino per firmarlo con Taipei.

Questo dopo che la parte cinese pretendeva che, nell’accordo di gemellaggio, fosse inserito il riconoscimento della Repubblica popolare come unica Cina, un elemento che, secondo Hrib, non aveva motivo d’essere in un accordo di gemellaggio.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su