Header Top
Logo
Martedì 10 Dicembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Scontri Hong Kong, Cina: da Ue un’ingerenza, frasi inaccettabili

colonna Sinistra
Giovedì 13 giugno 2019 - 14:42

Scontri Hong Kong, Cina: da Ue un’ingerenza, frasi inaccettabili

Bruxelles: rispettare il diritto dei manifestanti
Scontri Hong Kong, Cina: da Ue un’ingerenza, frasi inaccettabili

Roma, 13 giu. (askanews) – Su Hong Kong c’è stata un'”ingerenza” dell’Unione europea. Questa l’accusa arrivata oggi da Pechino, dopo che ieri Bruxelles ha espresso critiche contro il progetto di legge sull’estradizione che, secondo gli oppositori fornirebbe alla Cina uno strumento per mettere in gabbia oppositori politici.

“Nessun paese, nessuna organizzazione, nessun individuo ha il diritto di fare ingerenze” nelle questioni di Hong Kong, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri di Pechino Geng Shuang, per il quale le questioni relative a Hong Kong “riguardano esclusivamente gli affari interni cinesi”.

Ieri l’ex colonia britannica è stata sconvolta da scontri tra i manifestanti e la polizia, che è stata accusata di brutalità e violenza. Maja Kocijancic, portavoce del capo della diplomazia europea Federica Mogherini, ha chiesto il “rispetto” dei diritti dei manifestanti di Hong Kong.

Geng, dal canto suo, ha rappresentatoil “forte disappunto della Cina e la sua opposizione risoluta alle dichiarazioni irresponsabili e inesatte dell’Ue” sulla legge per l’estradizione.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su