Header Top
Logo
Mercoledì 17 Luglio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Libia, Noc denuncia presenza militare in sito petrolifero Ras Lanuf

colonna Sinistra
Giovedì 13 giugno 2019 - 15:44

Libia, Noc denuncia presenza militare in sito petrolifero Ras Lanuf

Sanalla: "Rischio inaccettabile" per la sicurezza del personale
Libia, Noc denuncia presenza militare in sito petrolifero Ras Lanuf

Roma, 13 giu. (askanews) – Il colosso petrolifero libico, National Oil Corporation (Noc), ha denunciato oggi una “crescente presenza militare nel terminal petrolifero di Ras Lanuf”, che rischia così di diventare “potenzialmente un obiettivo militare”, sottolineando come questo rappresenti “un rischio inaccettabile” per la sicurezza del personale Noc.

In una nota la Noc ha precisato che sono circa 80 i militari, comandanti dal generale Abdullah Nur al-Din al-Hamali dell’autoproclamanto Esercito nazionale libico (Lna) del generale Khalifa Haftar, entrati nel porto il 5 giugno scorso. “Il gruppo ha requisito un edificio all’interno del terminal e lo sta convertendo ad uso militare – si precisa nel comunicato – inoltre, le forze hanno tentato di rifornire una nave da guerra, di appropriarsi dei pasti del personale e hanno sequestrato 31 dormitori assegnati ai dipendenti della Harouge Oil Operations (HOO), la controllata Noc che gestisce il porto”.

“La Noc opera per conto di tutti i libici – ha affermato il presidente della Noc, Mustafa Sanalla, citato nella nota – non possiamo accettare una situazione in cui una parte dell’attuale conflitto abusi delle infrastrutture petrolifere”. Le forze dell’Lna hanno lanciato il 4 aprile scorso un’offensiva per prendere il controllo di Tripoli, sotto il controllo del governo di accordo nazionale di Fayez al Sarraj, riconosciuto dall’Onu. Ad oggi la situazione è di stallo militare a Sud della capitale libica e il bilancio delle vittime, fornito dall’Onu, è di 653 morti e 3.547 feriti.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su