Header Top
Logo
Mercoledì 26 Giugno 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • 75esimo del D-Day, 15 aerei d’epoca dagli Usa alla Normandia

colonna Sinistra
Mercoledì 5 giugno 2019 - 17:15

75esimo del D-Day, 15 aerei d’epoca dagli Usa alla Normandia

Rievocazione storica sulle coste francesi e il 21 tappa a Venezia
75esimo del D-Day, 15 aerei d’epoca dagli Usa alla Normandia

Caen Carpiquet, 4 giu. (askanews) – Quindici aerei storici Dc-3 e C-47, risalenti agli anni ’30 e ’40 e perfettamente restaurati, hanno attraversato l’Oceano Atlantico per arrivare puntuali alle celebrazioni del 75esimo anniversario del D-Day, lo sbarco in Normandia del 6 giugno 1944 che segnò l’inizio della liberazione dell’Europa dall’occupazione tedesca durante la II guerra mondiale. Da Oxford negli Stati Uniti a Caen Carpiquet in Normandia la traversata del D-Day Squadron, circa 6mila Km in 6 giorni attraverso Canada, Groenlandia e Islanda, ha richiesto sangue freddo ma anche tanta passione e addestramento. Fra gli organizzatori, il pilota e project manager italo-americano Moreno Aguiari.

“Negli Stati Uniti – ha spiegato – il D-day è molto sentito – ha spiegato – ogni anno viene celebrato in in maniera nazionale e in questa occasione abbiamo ritenuto importante essere presenti anche fisicamente perché, anche per via dell’età dei veterani, molto probabilmente sarà l’ultimo anniversario con i militari che hanno combattuto per l’Esercito degli Stati uniti e per l’esercito alleato, ancora in vita. Il nostro obiettivo è proprio celebrare loro e la libertà che ha portato questo importante evento storico”.

In Normandia l’appuntamento del D-day Squadron con altri aerei storici provenienti da Europa e Australia per un sorvolo di oltre 30 aerei e il lancio di 250 paracadutisti, sempre nel rispetto di tutte le norme di sicurezza.

“Di sicuro il fascino è l’elemento principale di questa missione – ha continuato Aguiari – perché come sicurezza abbiamo preso tutte le precauzioni per attraversare l’Atlantico in maniera sicura. Questi aerei hanno quasi 80 anni ma sono sicuri e mantenuti con standard della Faa (l’Ente americano dell’Aviazione civile), soprattutto sono molto longevi, molti Dc-3 sono ancora impiegati in operazioni commerciali. In più, abbiamo un ufficiale della Guardia costiera che ci ha seguito dagli Usa alla Normandia e abbiamo avuto il supporto di società di Flight planning che ci hanno seguito via satellite e tutte le misure necessarie per garantire la massima sicurezza”.

Non finisce qui, dopo le celebrazioni in Normandia alcuni aerei del D-Day Squadron continueranno il loro tour in Europa e, dal 21 al 23 giugno, 6 di questi faranno tappa anche all’Aeroporto “Nicelli” di Venezia-Lido.

“Sono in contatto con l’Automotoclub storico italiano e Air Vergiate e Claudio Tovaglieri è un caro amico – ha concluso il pilota italo-americano – abbiamo pensato che siccome gli aerei sono già in Europa, ci siamo detti: perché non fare qualcosa di speciale in Italia? Così abbiamo deciso di creare quest’evento al Lido di Venezia e speriamo che molti appassionati italiani possano venire e passare un paio di giorni speciali con noi al Nicelli. Dal punto di vista dell’aviazione forse è il primo grande passo dell’aviazione vintage in Italia. Non so da quanti anni che non si vedevano 6 aerei di questo tipo in Italia, il Nicelli fu una delle basi di manutenzione degli aeromobili, quindi c’è una connessione storica e spero che sia una ‘rinascimento’ dell’aviazione storica in Italia, questo evento”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su