Header Top
Logo
Domenica 20 Ottobre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Praga, premier Babis alla festa dell’ambasciata d’Italia

colonna Sinistra
Venerdì 31 maggio 2019 - 17:26

Praga, premier Babis alla festa dell’ambasciata d’Italia

Per la ricorrenza della repubblica
Praga,  premier Babis alla festa dell’ambasciata d’Italia

Zinder, 31 mag. (askanews) – Il primo ministro della Repubblica ceca, Andrej Babis, ha partecipato oggi al ricevimento offerto dall’Ambasciata d’Italia di Praga, in occasione della festa per il 73° anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana. Una giornata resa ancora più significativa dal fatto che proprio quest’anno si celebrano i 100 anni della apertura dell’Ambasciata d’Italia a Praga, avvenuta appunto nel 1919.

Accolto dall’ambasciatore Francesco Saverio Nisio, il premier Babis si è presentato puntualissimo, sorridente, molto affabile, nonostante la giornata particolarmente impegnativa che sta attraversando. Proprio questa mattina è stato infatti reso noto il giudizio della Commissione Ue sulla perdurante posizione di conflitto di interessi del capo del governo ceco e sui rapporti che ancora intercorrono fra lui e la sua holding agroalimentare e chimica Agrofert.

Rivolgendosi ai numerosi ospiti, Babis nel suo discorso di saluto ha messo in rilievo gli stretti legami di amicizia che storicamente legano l’Italia e la Repubblica ceca. Da parte sua anche un significativo accenno ai rapporti politici attuali, quando – riferendosi alla crisi dei migranti – si è detto compiaciuto del fatto che “oggi la posizione del governo italiano coincide con quella da me espressa da tempo”. A mettere in rilievo gli storici rapporti e l’ottimo stato, a tutti i livelli, delle relazioni bilaterali fra Italia e Repubblica ceca, era stato poco prima anche l’ambasciatore Nisio, il quale ha ricordato che l’interscambio commerciale tra i due Paesi ha registrato nel 2018 il record storico di 13 miliardi di euro, senza dimenticare il numero elevatissimo di turisti cechi che visitano ogni anno l’Italia e viceversa.

Il ricevimento – introdotto dagli inni nazionali dei due paesi, eseguiti dalla Banda della Guardia del Castello di Praga e della Polizia ceca – si è svolto presso l’Istituto Italiano di Cultura di Praga, lo storico complesso, situato nel cuore del quartiere di Mala Strana, fondato all’inizio del Seicento della Congregazione italiana di Praga e per secoli, sino ai primi decenni del secolo scorso, sede di un ospedale e di un orfanotrofio italiano.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su