Header Top
Logo
Martedì 18 Giugno 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • La Basilicata si presenta a Mosca, partendo da Carlo Levi

colonna Sinistra
Venerdì 17 maggio 2019 - 10:17

La Basilicata si presenta a Mosca, partendo da Carlo Levi

Una giornata intera fra convegni, eventi e una cena di gala
La Basilicata si presenta a Mosca, partendo da Carlo Levi

Mosca, 17 mag. (askanews) – È stata una giornata intensa quella di ieri a Mosca per Matera e la Basilicata. Non solo per presentare la Capitale Europea della Cultura per il 2019, ma anche per ristabilire un legame già costruito in passato grazie alla penna di Carlo Levi. “Siamo in Russia in primo luogo per promuovere Matera, capitale della cultura 2019, ma anche per parlare di Carlo Levi e di Aliano”, afferma Luigi De Lorenzo, sindaco di Aliano in un colloquio con Askanews. “Carlo Levi, condannato al confino in Lucania, è stato esiliato ad Aliano dal 18 settembre del 1935 fino al 16 maggio ’36; ebbe come fonte di ispirazione Aliano per il “Cristo si è fermato ad Eboli”, tradotto in 28 lingue di cui, come ultima lingua, il dialetto alianese. Levi là descrive la questione meridionale ai tempi del fascismo. E poi da Aliano a Mosca, nel ’56 venne “Il futuro ha un cuore antico. Viaggio nell’Unione Sovietica” che ricalca le orme del “Cristo si è fermato ad Eboli”, senza essere un romanzo”.

La giornata è iniziata con una conferenza dedicata a Matera Capitale Europea della cultura 2019 e al Parco letterario di Carlo Levi, e si è conclusa nel cuore di Mosca, con una cena di Gala presso il ristorante Aist, con la presenza dell’ambasciatore a Mosca Pasquale Terracciano e la consorte Karen Lawrence Terracciano. Grazie allo chef Anton Pastore, gli ospiti hanno avuto la possibilità di un viaggio alla scoperta dei sapori lucani. I piatti che lo chef ha realizzato sono stati preparati con prodotti espressamente giunti dalla Basilicata per l’evento, coordinato da Emanuela Chiumeo. “Abbiamo davanti a noi una serie di eventi internazionali tra la Federazione russa e la Repubblica italiana che vedranno la partecipazione del ministero italiano della Cultura, di quello russo, del sindaco di Mosca, nonché scrittori e critici, sia italiani che russi”, precisa il sindaco di Aliano. “Al centro di tali eventi Carlo Levi e i manifesti della Rivoluzione che abbiamo comprato, come amministrazione comunale, il viaggio “In Basilicata 2018″ di Anastasia Khoroshilova (foto), e poi i disegni politici dagli anni 30 fino ad oggi, da levi a Sergio Staino. La giornata dovrebbe concludersi con un evento folcloristico, tra la musica russa e la musica. Avevamo previsto questa giornata per il 25 maggio, ma a causa della coincidenza con le elezioni europee, abbiamo dovuto spostare e credo la faremo verso la fine di settembre”. (segue)

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su