Header Top
Logo
Venerdì 19 Aprile 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Lunedì 15 aprile 2019 - 20:47

Brucia la cattedrale di Notre Dame

Macron: "Brucia parte di noi". La sindaca di Parigi: 'Terribile'
Brucia la cattedrale di Notre Dame

Roma, 15 apr. (askanews) – Notre Dame brucia. La guglia della cattedrale parigina, teatro questo pomeriggio di un violento incendio a quanto sembra dovuto a cause accidentali, è crollata dopo essere stata avvolta dalle fiamme. Secondo quanto scrive il quotidiano Le Parisien, nel frattempo le fiamme continuano a divampare sul tetto dell’edificio, mentre i 400 vigili del fuoco nobilitati stanno incontrando molte difficoltà per poter domare l’incendio. La polizia ha deviato il traffico nella zona per facilitare il compito dei pompieri. Come ha dichiarato il portavoce fella Cattedralem tutta la struttura lignea “sta per bruciare e non ne rimarrà più nulla”, mentre rimane da vedere se la volta dell’edificio sarà in grado di proteggere la parte sottostante.

La sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, ha definito “terribile” l’incendio invitando tutti i cittadini a rispettare il perimetro di sicurezza stabilito attorno all’edificio, mentre il presidente Emmanuel Macron ha espresso su Twitter l'”emozione di tutta la nazione” francese davanti alle immagini della cattedrale in preda alle fiamme. “Emozione di tutta la nazione. Un pensiero per tutti i cattolici e per tutti i francesi. Come tutti i connazionali, sono triste questa sera di vedere bruciare una parte di noi”, ha scritto Macron su Twitter. “E’ una catastrofe, viene da piangere, non riesco ad immaginare un simile disastro” ha invece dichiarato Philippe Villeneuve, l’architetto responsabile dei lavori di restauro. “Nel momento in cui è scoppiato l’incendio, non c’erano operai nel cantiere”, ha spiegato Villeneuve al quotidiano Le Parisien: stando ai vigili del fuoco le cause del sinistro sarebbero “potenzialmente legate” ai lavori in corso e sarebbero quindi accidentali.

La costruzione della cattedrale di Notre Dame, in stile gotico, venne avviata nel 1163 e fu condotta in due fasi: entro il 1250 venne completato l’edificio, mentre fino alla metà del XIV secolo si ebbe una serie di interventi alla struttura sia interna, sia esterna, fino a raggiungere l’aspetto attuale. L’edificazione dell’edificio venne finanziata sia dalla Chiesa, sia dalla corona di Francia e lavorarono al cantiere molti cittadini prestando la loro opera come fabbri, muratori e carpentieri.

Mgi/Coa/int5

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su