Header Top
Logo
Domenica 16 Dicembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Regista russo Sokurov: servizi intercettano le mie telefonate

colonna Sinistra
Venerdì 7 dicembre 2018 - 14:51

Regista russo Sokurov: servizi intercettano le mie telefonate

Sotto verifiche suo Fondo. "All'inizio solito controllo routine"

Mosca, 7 dic. (askanews) – L’Fsb, i servizi segreti russi, stanno intercettando le telefonate del regista russo Alexander Sokurov e le forze dell’ordine del suo Paese controllano la sua fondazione. A dichiararlo su Facebook lo stesso Sokurov, in un post dove vengono riferite le sue dichiarazioni e al quale il primo commento recita: “si sta preparando un nuovo caso Serebrennikov?”.

Sokurov dice che “per diversi mesi, l’attività finanziaria del fondo è stata controllata. All’inizio era il solito controllo di routine che tutte le organizzazioni come noi passavano. Poi la polizia ha ricevuto una denuncia da un ex dipendente del fondo. Questa persona ha preso in prestito un sacco di soldi dal fondo e da me, ma, sfortunatamente, non li ha restituiti né a me, né al fondo”, ha scritto Sokurov.

Successivamente, gli investigatori del distretto di Pietrogrado di San Pietroburgo hanno invitato a testimoniare il direttore della Fondazione Nikolai Yankin e i suoi partner. Il regista ritiene che l’ex dipendente abbia scritto denunce a causa dell’antipatia personale per Yankin.

Sokurov ha anche detto: “Se io, secondo il parere dei servizi speciali, sono una persona pericolosa per lo stato, allora perché il presidente firma un decreto che mi introduce al Consiglio per i diritti umani? Dov’è la logica?”, ha detto il regista.

Secondo Sokurov, hanno iniziato a seguirlo da vicino dopo che nel 2016 ha fatto appello al presidente Vladimir Putin per rilasciare il regista ucraino Oleg Sentsov. Il presidente ha risposto che non è stato condannato per creatività, ma per terrorismo, e per la liberazione è necessario che le condizioni necessarie siano “mature”. Il fondo senza scopo di lucro “Esempio di intonazione” è operativo dal 2013. L’organizzazione aiuta i giovani registi e debuttanti.

Sokurov ha prodotto una trilogia su tre personaggi chiave della storia del XX secolo: Moloch (1999) su Hitler (Premio per la migliore sceneggiatura a Cannes), Toro (2001) su Lenin, e Il Sole (2005) sull’imperatore Hirohito. Ha manifestato l’intenzione di girare un lungometraggio sulla Divina Commedia in italiano. Arca russa (2002) rappresenta un notevole esempio della padronanza tecnica dell’autore: girato al Museo dell’Hermitage, è un unico piano sequenza di 96 minuti, con l’utilizzo contemporaneo di 33 set e circa 4 mila persone tra attori e comparse.

Quanto a Kirill Serebrennikov, gli investigatori ritengono che lui e altri imputati nel caso avrebbero sottratto 133 milioni di rubli (oltre 2 milioni di dollari) sui 214 milioni di rubli che erano stati assegnati dal bilancio dello Stato all’organizzazione non profit Sedmaya Studiya. Serebrennikov con il suo Leto (L’estate) è stato acclamata (ma assente) star all’ultimo festival di Cannes. Con tanto di sedia vuota – e cavaliere in bella vista a ricordare il nome del regista – alla conferenza stampa del film.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su