Header Top
Logo
Mercoledì 16 Gennaio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Vice ministra Del Re: priorità rilancio rapporto con Asmara

colonna Sinistra
Mercoledì 5 dicembre 2018 - 16:29

Vice ministra Del Re: priorità rilancio rapporto con Asmara

Oggi "lungo e proficuo incontro" con il presidente
Vice ministra Del Re: priorità rilancio rapporto con Asmara

Roma, 5 dic. (askanews) – La vice ministra degli Esteri Emanuele Del Re ha avuto oggi ad Asmara, in Eritrea, “un incontro lungo e proficuo” con il presidente Isaias Afewerki, al termine del quale ha ricordato quanto sia “prioritario per il governo italiano il rilancio del rapporto con Asmara e un approfondito partenariato con i paesi del Corno d’Africa”. È quanto hanno riferito ad Askanews fonti della Farnesina.

Con il presidente Isaias la vice ministra ha discusso “sviluppi e prospettive del processo di pace nella regione e il ruolo italiano di accompagnamento del processo”; quindi dello sviluppo delle relazioni bilaterali, “a cominciare da commercio e investimenti, approfondendo settori di possibile partenariato; infine “sono state affrontate le relazioni sul piano culturale ed educative, nonché il rilancio dell’attivita della cooperazione italiana nel paese”.

“Il primo viaggio in Africa da vice ministra è in Eritrea. Ciò testimonia ancora una volta la priorità che il governo italiano annette al rilancio del rapporto con Asmara e a un approfondito partenariato con i paesi del Corno d’Africa”, ha detto Del Re, aggiungendo che “l’Italia è pronta ad approfondire sul piano tecnico con le controparti eritree le piste di lavoro per lo sviluppo di un partenariato economico condiviso”.

Nel corso della giornata, ad Asmara “si è svolto, a cura del governo eritreo, un foro di dialogo con imprenditori italiani presenti in Eritrea, in concomitanza con la visita della vice ministra”. Si tratta di circa 80 piccole e medie aziende e associazioni provenienti da varie regioni italiane.

Domani la vice ministra proseguirà quindi il suo viaggio in Etiopia, per poi concluderlo a Gibuti, con la convinzione che “un Corno d’Africa stabile e prospero arricchisce tutti”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su