Header Top
Logo
Mercoledì 19 Dicembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Mosca intitola una piazza alla celebre spia Kim Philby

colonna Sinistra
Giovedì 8 novembre 2018 - 19:11

Mosca intitola una piazza alla celebre spia Kim Philby

Decisione in odore di provocazione del sindaco della capitale
Mosca intitola una piazza alla celebre spia Kim Philby

Mosca, 8 nov. (askanews) – A Mosca ora c’è una piazza intitolata a Kim Philby, il celebre doppio agente britannico che nel 1963 defezionò in Russia. Il sindaco della capitale russa Sergey Sobjanin ha ordinato per decreto – con firma apposta martedì scorso – la creazione di piazza Kim-Philby nel quartiere di Yasenovo, dove – non sembra certo un caso – si trova il quartier generale del Servizio di Spionaggio Esterno della Russia (SVR).

“Piazza Kim Philby”, in realtà una sorta di slargo all’intersezione tra diverse grosse arterie stradali, sino a due giorni fa non aveva un nome. E ne ottiene uno molto suggestivo, nel momento in cui tra Russia e Gran Bretagna vi sono fortissime tensioni proprio sulla vicenda di un ex doppio agente, Sergey Skripal, avvelenato in Inghilterra con un agente nervino. Londra accusa due agenti dei servizi militari russi GRU per il tentato omicidio.

Kim Philby era uno, probabilmente il più efficace dei “Cinque di Cambridge,”, noti anche come i “Magnifici Cinque” o le “Cinque stelle”: agenti segreti britannici che facevano il doppiogioco per fede nel comunismo.

Reclutato dall’Urss negli anni Trenta, dopo aver lavorato per Mosca per decenni, quando capì di essere sul punto di venire scoperto, nel 1963, Philby si stabilì in Unione sovietica. Lì visse sino alla morte (1988), lavorando come istruttore per i servizi sovietici e trattato come un eroe dai vertici e dall’opinione pubblica.

Orm/Int9

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su