Header Top
Logo
Martedì 12 Novembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Ambasciatore Ucraina: sorpresa per Salvini su sito propaganda russa

colonna Sinistra
Martedì 25 settembre 2018 - 10:40

Ambasciatore Ucraina: sorpresa per Salvini su sito propaganda russa

E fonti diplomatiche: ha parlato di Crimea come uno stato sovrano
Ambasciatore Ucraina: sorpresa per Salvini su sito propaganda russa

Roma, 25 set. (askanews) – “È un sito che sostiene di dare notizie ma fa solo propaganda pro-Russia parlando della Crimea come un territorio russo, è composto da circa 3-4 operatori e un giornalista che gira l’Europa per fare propaganda”. Così l’ambasciatore dell’Ucraina in Italia Yehven Perelygin ai microfoni di Formiche.net ha definito il sito russo in Crimea Ukraina.ru, a cui il vicepremier Matteo Salvini ha concesso un’intervista esclusiva in cui dice di stimare Vladimir Putin “sia come uomo che come leader”.

Fonti diplomatiche ucraine sentite da Formiche.net hanno espresso sorpresa e indignazione per le parole di Salvini al sito russo: “Siamo rimasti colpiti quando abbiamo sentito il vicepremier dire di voler fare amicizia con ‘Russia, Crimea ed altri popoli’, parlando di Russia e Crimea come se fossero due Stati sovrani e distinti”, ha spiegato un diplomatico sotto anonimato.

Hanno fatto discutere – si legge in una nota – anche le dichiarazioni di Salvini sul gasdotto Nord Stream 2: “Salvini dice che l’Italia sostiene la costruzione del gasdotto Nord Stream 2 perché vuole migliorare i rapporti con i russi, andando contro l’interesse nazionale”, commenta un’altra fonte diplomatica ucraina. “L’Italia infatti si è sempre mostrata contraria al progetto, perché il gas russo che arriva al Nord non può arrivare nello Stivale se non attraverso la costruzione di un altro gasdotto. Infatti il governo italiano aveva scommesso su un altro condotto, il South Stream”.

Un terzo diplomatico ucraino ha spiegato sotto condizione di anonimato di non avere apprezzato le parole del ministro dell’Interno sull’immigrazione clandestina: “Non mi piace che il vicepremier di un Paese europeo parli di traffico di immigrati irregolari in riferimento a specifiche nazionalità, nominando esplicitamente gli ucraini e altri Paesi africani. Il fenomeno prescinde dalle singole nazionalità”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su